Sirigu: “Lasagna mi ha tolto la visuale: giusto annullare il gol”

di Francesco Vittonetto - 10 Febbraio 2019

Dopo Torino-Udinese, ha parlato anche Salvatore Sirigu: il portiere granata ha respinto il rigore di De Paul. E sul gol annullato a Okaka non ha dubbi

Eroe della serata, Salvatore Sirigu. Perché la sua parata sul rigore di De Paul ha pesato, e tanto, sulla vittoria del Torino contro l’Udinese. Nel finale, poi, l’episodio contestatissimo dai friulani (in particolare da Pradé) del gol annullato a Okaka; il 39 la pensa così: “Qualsiasi portiere vi può dire che nessuno va a priori sul tiro, Lasagna mi toglie la visuale e mi ha disturbato. Perché non ho protestato? Un gol al 90′ taglia le gambe e non ho detto nulla, anche perché io non sapevo se Lasagna fosse in fuorigioco o meno. Credo sia normale, in ogni caso non sono uno che protesta molto”. Sul rigore parato, invece, c’è stato un mix “d’istinto e fortuna. Quando ho visto che non mi guardava più mi sono buttato sulla sinistra e l’ho presa. E’ difficile capire a priori un duello uno contro uno con il rigorista, delle volte si ha l’istinto, altre volte fortuna, altre volte è una questione psicologica. L’anno scorso ha avuto la meglio lui, quest’anno sono stato bravo io”.

Sirigu sul Torino dopo l’Udinese: “Tre punti meritati”

Sirigu poi prosegue, analizzando la vittoria del suo Torino: “E’ una grande soddisfazione aver vinto oggi, nelle ultime partite abbiamo avuto un trend positivo e oggi sarebbe stato un peccato non prendere questi tre punti che credo siano stati meritati per il gioco espresso in tutti i 90′. Noi dobbiamo proseguire con l’ambizione di avere continuità in questi risultati, e anche con questo gioco. Abbiamo creato in questi mesi un’identità che adesso si vede. E’ chiaro che dobbiamo perfezionarci ancora, ma stiamo crescendo. L’importante è tenere una continuità di risultati per avere il morale giusto per migliorare i questi termini”.

Sirigu dopo Torino-Udinese 1-0: “Dico grazie ai tifosi”

In chiusura, Sirigu ringrazia i tifosi: “Alla fine li abbiamo salutati tutti: ci sembrava giusto e doveroso, ci sostengono sempre. In questo momento siamo un gruppetto di squadre che sta marciando, restare attaccati a questo gruppetto è importante e dobbiamo dare continuità ai risultati, non è facile. Non facciamoci prendere da facili entusiasmi come in passato dove poi ci siamo fatti male. Adesso abbiamo un’identità di gioco e dobbiamo trovare continuità”.

più nuovi più vecchi
Notificami
Benvenuti
Utente
Benvenuti

Un fuoriclasse

fila_e_fondi
Utente
fila_e_fondi

Sirigu a vita

rotor
Utente
rotor

Sirigu grande portiere e grande persona.

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
Utente
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)

È sicuramente un grande….però ha detto l’esatto contrario di quello che si legge qua sopra….ne capirà di calcio…oppure………………………….