Le formazioni ufficiali di Torino-Bologna: Juric sceglie Praet e Pjaca a supporto di Sanabria. Pobega c’è, Rodriguez in difesa

Le indiscrezioni della vigilia sono confermate tutte, o quasi. Per Torino-Bologna, Ivan Juric recupera in extremis Tommaso Pobega, che stringe i denti e affianca Lukic nel cuore del centrocampo. Davanti, torna dal primo minuto Dennis Praet, che scalza Brekalo dall’undici titolare e fa il trequartista al fianco di Marko Pjaca, confermato alle spalle di Sanabria. Sugli esterni, con Singo a destra, c’è Vojvoda (dunque né Aina né Ansaldi) a sinistra. In difesa, turno di riposo per Buongiorno: Juric rilancia Rodriguez, al rientro dall’infortunio.

Torino-Bologna, le formazioni ufficiali

Torino (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Zima, Bremer, Rodriguez; Singo, Lukic, Pobega, Vojvoda; Praet, Pjaca; Sanabria. A disp. Berisha, Ansaldi, Buongiorno, Izzo, Aina, Baselli, Linetty, Rincon, Brekalo, Zaza, Warming. All. Juric

Bologna (3-4-2-1): Skorupski; Soumaoro, Medel, Theate; De Silvestri, Soriano, Svanberg, Hickey; Skov Olsen, Barrow; Arnautovic. A disp. Bardi, Molla, Dijks, Binks, Bonifazi, Vignato, Viola, Orsolini, Cangiano, Santander, Sansone, Van Hooijdonk. All. Mihajlovic

Dennis Praet
Dennis Praet
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 12-12-2021


3 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
beruatto55
beruatto55(@beruatto55)
1 mese fa

tanta roba sceglie tra questi tre!!

toro e basta
toro e basta(@toro-e-basta)
1 mese fa

Spero in una partenza esplosiva come con l’Empoli e continuare per tutta la partita e portare a casa i 3 punti

odix77
odix77(@odix77)
1 mese fa

Francamente brekalo pur con qualche limite è l’unico che accendeva la luce a tratti… pjaca anche lo può fare , ma praet mi è sembrato davvero lontano anni luce da una forma accettabile….resta cmq il fatto che li fa ruotare molto al netto del tema dell’espulsione sarebbe accaduto anche la… Leggi il resto »

I convocati per Torino-Bologna: ci sono Mandragora e Linetty, Pobega ok

Torino-Bologna, la moviola in diretta: c’è il fallo da rigore di Milinkovic-Savic