Torino-Chievo 1-1, Maran: “Punto guadagnato, grande prestazione”

5
Rolando Maran, head coach of AC ChievoVerona, looks on prior to the Serie A football match between Torino FC and AC Chievo Verona.

Ecco il commento dell’allenatore scaligero al termine del buon punto conquistato in casa del Toro, guadagnato con la consueta organizzazione

nostro inviato al Grande Torino – E’ soddisfatto Rolando Maran, al termine di Torino-Chievo. I gialloblù hanno conquistato un ottimo punto in casa del Toro, grazie ad un pizzico di fortuna (il rigore fallito da Belotti) e alla consueta organizzazione tattica. Ecco le parole del tecnico clivense: “Questo è un punto guadagnato. Abbiamo offerto una buona prestazione e sono soddisfatto. Dopo la sosta la squadra si è ritrovata. I tanti gol di testa? Siamo la squadra che crossa di più, è la conseguenza necessaria. Hetemaj mi ha sorpreso, è una novità che faccia gol così: gli ho detto di non farlo più (ride, ndr)”. 

“A tratti abbiamo fatto un buon calcio e abbiamo anche concesso qualcosa. Credo che entrambe abbiano cercato di portare a casa il risultato”. Sugli episodi: “Gli episodi da rigore visti in un monitor sono diversi rispetto a quanto avviene dal vivo. Bisogna fidarsi dell’occhio dell’arbitro ma lo dico da sempre, non solo oggi. Radovanovic? Ha sbagliato a reagire così, anche se ha ricevuto una pallonata addosso. Ma ha sbagliato”. 

“Nel secondo tempo siamo ripartiti bene, potevamo anche raddoppiare e Sorrentino è stato bravissimo”. Su Castro: “Per noi è importante, durante una partita in cui le cose stavano andando bene bisognava riassettare tutto, è l’unica nota negativa di oggi il suo infortunio, speriamo sia solo una distorsione. La squadra ha sofferto poco secondo me, anche in dieci non siamo mai andati in affanno, ho vinto io con la tattica? Mi fa piacere questo complimento, lo giro alla squadra”. Su Sorrentino: “Ha fatto una parata che ha salvato la squadra, è stato attento, ma vorrei che passasse il messaggio che è stata la squadra a fare bene”. Poi su Belotti: “Questi giorni credo che per i giocatori che hanno vissuto la Nazionale sia un peso enorme, loro l’hanno vissuta dal campo”

5 Commenti

  1. Bah… contro il caprone chiunque fa la figura dell’infallibile stratega. Mi fa invece cadere le palle la solita manfrina sul var. Se a favore “bisogna fidarsi della tecnologia, grande innovazione”. Se contro “bisognerebbe fidarsi dell’arbitro, dal vivo è un’altra cosa”….

  2. E bravo Maran. Hai plasmato una squadra quadrata e con le idee chiare. Il Chievo ha il fatturato di una bancarella al mercato e un profilo basso, ma sono anni che fa più o meno i nostri punti. Chi sono i veri pandori, loro o noi? Cairo, Petrachi, Mihajlovic, il falso, il gretto, il bue.