Le pagelle di Torino-Chievo Verona: Belotti fallisce un rigore, Baselli il migliore

28
Baselli
Daniele Baselli of Torino FC celebrates after scoring a goal during the Serie A football match between Torino FC and AC Chievo Verona.

Il Toro perde un’altra occasione non andando oltre l’1-1 col Chievo: il Gallo fallisce il rigore che poteva valere tre punti. Le pagelle di Torino-Chievo Verona

SIRIGU 5.5: non è chiamato a compiere parate importanti anche se sulla rete del vantaggio del Chievo avrebbe potuto fare di più.

DE SILVESTRI 5.5: sul gol di Hetemaj è lui a farsi anticipare, ed è un errore che pesa. Peccato perché la prestazione del terzino non è da bocciare totalmente, specie per la bella cavalcata che porta Falque a tu per tu con Sorrentino.

N’KOULOU 6: qualche imprecisione di troppo nel primo tempo. Brividi quando un suo errato retropassaggio a Sirigu viene intercettato, anche se nel complesso porta a casa la sufficienza.

BURDISSO 6.5: determinante ad inizio ripresa, quando si immola evitando al Toro di subire la seconda rete. Pesa la sua esperienza specialmente nelle situazioni in cui i granata sono in sofferenza

ANSALDI 6: gara a due facce, perché dietro non è sempre brillantissimo ma in fase di spinta è invece spesso pericoloso anche se il Toro non beneficia come dovrebbe dei suoi inserimenti.

BASELLI 7: conferma l’ottimo momento di forma e la dimistichezza con Sun sistema di gioco che più di ogni altro ne esalta le caratteristiche. Il gol è solo la ciliegina perché dietro c’è molto di più.

RINCON 6: ancora schierato come regista, fino al cambio di sistema, il centrocampista granata si trova più a suo agio, però, quando è chiamato a dover contrastare l’avversario, più che a impostare (st 41′ VALDIFIORI SV).

OBI 6.5: anche oggi, come a San Siro, vince il ballottaggio con Acquah e dimostra di avere qualità, quelle che troppo spesso gli infortuni hanno nascosto. Suo il cross che Baselli trasforma in gol (st 21′ NIANG 5: entra e il Toro cambia sistema di gioco. A non cambiare è il suo atteggiamento, come quello della squadra).

FALQUE 5.5: si vede pochissimo anche se è sua l’occasione più clamorosa, quando sull’1-1 colpisce in pieno la traversa da due passi, grazie all’intervento decisivo di Sorrentino (st 34′ BERENGUER SV).

BELOTTI 5: tornato sotto shock dalla Nazionale, come confermato dal suo allenatore, ha sui piedi il pallone che potrebbe trasformare in gol. Il Gallo, però, si fa ipnotizzare da Sorrentino, che para il rigore concesso grazie al Var. Un’occasione troppo ghiotta, per sé e per il Toro.

LJAJIC 5.5: dovrebbe essere il faro della squadra, il giocatore in grado di accendersi e accendere il Toro. Capita troppe poche volte.

All. MIHAJLOVIC 5: sarà che l’avversario non è l’Inter, ma il suo Toro contro il Chievo sembra aver perso il carattere e lo spirito che a San Siro avevano fatto la differenza. Il cambio di sistema di gioco non paga, il rigore fallito fa il resto: i fischi dello stadio sono tutti meritati.

Arb. BANTI 5.5: lo salva il Var. Non si accorge del calcio di rigore su Belotti ma torna sulla sua decisione, tira fuori i cartellini troppo tardi, mentre ne sarebbe servito qualcuno in più anche nel primo tempo.

28 Commenti

  1. Il 5 a niang è pura ignoranza calcistica. Il commento di chi non era allo stadio o prevenuto. Sv a berenguer (nullo) a dimostrazione della prevenzione di chi scrive. Il 5,5 a iago ( meno che nullo oggi) da dove esce? Dai crediti maturati nel passato? Che schifo di voti. Non li sopporto più.

  2. voti davvero troppo alti
    per una prestazione corale assolutamente mediocre.

    difesa inguardabile, spesso in balia degli eventi.
    centrocampo impalpabile sia in fase offensiva ma, soprattutto, in fase difensiva.

    Belotti l’ombra di se stesso. Mai un anticipo, mai un contrasto vinto. Atleticamente un altro giocatore.

    Così non si va da nessuna parte…

  3. Ma dateci un taglio… sul gol doveva uscire sirigu che aveva tutto il tempo e quello manco sapeva dove fosse la palla… una delle poche pale decenti messe dentro..e di de silvestri…e x il resto non mi sembra che abbia fatto peggio di altri.peggiore in assoluto… il gallo, un fantasma… il migliore…ansaldi….x me.

  4. De Silvestri un calciatore ignobile per colpa sua abbiamo perso un mare di punti: una cagata farlo giocare titolare mente i primavera non son mai pronti dedicata a tutte le capre contente per la plusvalenza del presiniente di Zappacosta

  5. DE SILVESTRI E MOLINARO PATETICI..sono anni che lo dico.. vorrei che scrivessero ora quelli xhe dicrvano che erano 2 validi rimpiazzi.. abbiate il coraggio di scrivere qualcosa ora.. De silvestri non è solo per il gol ma per come difende.. semnra robocop che fa ginnastica artistica

  6. De Silvestri ha toppato il contrasto aereo che è costato il gol, ma nel resto della partita è stato uno dei meno peggio (perlomeno correva). Baselli bravo a pareggiare ma poi è scomparso pure lui. Poi Belotti: semplicemente i rigori non dovrebbe più tirarli. E’ evidente che non siano nelle sue corde, visto che ormai vanta percentuali realizzative da campionato dilettanti.
    Molti grandi centravanti del passato, in carriera, non hanno brillato nella disciplina (Ronaldo, per dirne uno)…infatti mediamente dovrebbero tirarli quelli coi “piedi buoni” tipo Iago, Ljajic oppure Baselli.

  7. L’attacco non gira, il Gallo non ingranava già prima dell’infortunio, Adem è fatto così, alternerà sempre cose buone a cose mediocri, Falque è ad oggi il più solido, continuo, anche oggi è stato quello che è andato più vicino al gol..nel complesso non creiamo molto e o siamo cinici o sono cazzi perche un gol lo becchiamo al 95% tutte le partite.

  8. Sprecare un 7 in una partita mediocrissima e noiosissima mi sembra veramente eccessivo. Cara Ivana non sono assolutamente d’ accordo sul voto di Baselli. Al di là del gol che cosa ha fatto? Quale contributo ha dato alla manovra granata che è stata totalmente asfittica? Baselli può al massimo essersi guadagnato la sufficienza per il bel colpo di testa, oltre al quale c’ è il vuoto. Secondo me, nel nuovo schema tattico dovrebbe occupare la fascia centrale del campo, proporsi ai compagni per dettare il gioco. E invece si è rintanata per quasi tutta la partita sulla zona laterale destra, dove andava a pestare i piedi a Iago Falque. Poi alzava le mani per farsi vedere…Ma non è la sola cosa paradossale della disposzione tattica di Miha: ho visto più volte Ansaldi finire anche lui sulla fascia destra e lasciare così sguarina quella sinistra; Iago falque andarsene a spasso per il campo, nessuno in area quando si arrivava sulle fasce per il cross, perchè nel frattempo la nostra unica punta era rientrata (a volte persino all’ altezza dei terxini). Insomma confusione, confusione e ancora confusionme, che è ancora più risaltata di fronte alle ordinate goemetrie del Chievo. Dateti Maran e toglieteci dai piedi Niang e Berenguer.

  9. Far giocare DeSilvestri e’ un chiaro suicidio,Belotti attuale e’irriconoscibile ,sono convinto che sia stato recuperato troppo precipitosamente e che i suoi problemi al ginocchio non siano che parzialmente risolti,attualmente e’a l livello del Meggiorni peggiore che giocava nel Torino.

  10. Belotti doveva accettare l’invito di Pulici di passare da casa sua: Trezzo d’Adda è di strada quando torna dai suoi nella bergamasca. Gli avrebbe spiegato come si tirano i rigori. Anche lui a suo tempo ebbe qualche problemino.

  11. Purtroppo il Gallo credo si trovi in difficoltà: ha rinunciato ad offerte ed è rimasto al Toro per giocarsi il posto al mondiale. Ora che il mondiale non c’è più, penso rimpianga di essere rimasto. Ma magari mi sbaglio…

    • si perchè se non è andato ai mondiali è colpa del toro, il procuratore che ha cacciato per avergli fatto firmare una clausola ritenuta da lui stesso troppo alta non permettendogli di andare via gia quest’estate, questo è il suo rammarico, tant’è che non parla piu con la stampa…bella cosa per un capitano