Dal 18′ della ripresa la Cremonese gioca in dieci, ma il Torino non riesce a segnare: servono i rigori per passare il turno

Juric sorprende e rinuncia a Izzo, per la prima in Coppa Italia contro la Cremonese, squadra di Serie B. La partita inizia senza squilli: Pjaca e Singo provano ad accendere il Toro dalla trequarti in su, ma nei primi 15′ ci prova solo Valeri, che dalla distanza scaglia un mancino sulla schiena di Djidji. Al 17′, Buongiorno recupera un buon pallone, Lukic suggerisce per Pjaca che trova la deviazione di un difensore ospite: palla a lato di nulla. Il pubblico trema per un infortunio occorso a Belotti: il ghiaccio sulla caviglia lo rimette in sesto, almeno per una decina di minuti. Poco dopo ci prova Mandragora, ma l’esterno sinistro – respinto – non è la scelta migliore per far male a Carnesecchi. La Cremonese ci prova due volte con Baez. Poi, arriva, per il Toro, il momento più drammatico del primo tempo: dopo un breve riscaldamento, Rauti prende il posto di Belotti, visibilmente affranto. Il capitano esce tra gli applausi.

Torino-Cremonese: il secondo tempo e i supplementari

La ripresa inizia con la chiusura, in uscita, di Carnesecchi su Rauti. Poi ci prova Baez, ma non inquadra la porta. Il Toro è più vivace rispetto al primo tempo: Aina sgasa sulla sinistra e chiama ancora il portiere ospite alla respinta, poi ci prova Pjaca ma Okoli gliela tocca in calcio d’angolo. Al diciottesimo, la Cremonese resta in dieci: espulso Baez per doppia ammonizione. La partita perde anche l’arbitro. Dopo qualche minuto claudicante, Ayroldi si arrende e lascia il posto al quarto uomo Tremolada. La perdita di tempo porterà ad un recupero di dieci minuti. Da lì all’extra-time succede poco: Castagnetti spara alle stelle, Singo non trova nessuno dopo un ottima rasoiata. Il recupero è scoppiettante: Vojvoda – entrato nella girandola di cambi – calcia alto, poi Aina chiama prima al miracolo Carnesecchi e poi calibra male una volée di destro. Non basta il mini-supplementarie la partita si decide ai supplementari, quelli veri.

I tempi supplementari non sono spumeggianti, tutt’altro. Aina sfiora ancora il gol con un destro a giro, poi Buongiorno manda alto di testa. Il momento della stagione non è certo ideale per portare una partita oltre il centesimo minuto. Servirebbe l’episodio, che pure giunge a sei minuti dalla fine, quando Tremolada indica il dischetto dopo un flebile contatto di Fiordaliso su Ola Aina. Ma il Toro non si aiuta nemmeno da solo: Mandragora fallisce il rigore e mantiene invariato lo 0-0 che porta ai calci di rigore.

Dal dischetto sbagliano Ciofani e Castagnetti, mentre i granata sono perfetti: Mandragora, Verdi, Rauti e Aina realizzano i loro rigori. Il Toro vince 4-1, ma la strada è ancora in salita: poche idee, gambe imballate e tanti errori.

Andrea Belotti (L), Sasa Lukic and Cristian Ansaldi of Torino FC look dejected during the Serie A football match between Torino FC and ACF Fiorentina. The match ended 1-1 tie.
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 15-08-2021


9 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
extremoduro
extremoduro
2 mesi fa

Applaudiamoli d’altronde se lo sono meritati grazie anche al nanetto grazie presiniente, se non fosse per te chi e dove saremmo adesso? Non abbandonare, sei il migliore i fatti lo dicono! Cairo for ever pdm

ardi06
ardi06
2 mesi fa

Che vergogna e siamo solo all’inizio

Filippo Bull
Filippo Bull
2 mesi fa

RIVOLUZIONE!!!!!!!!!!!!!!!

Torino-Cremonese 4-1 (dcr): il tabellino

Mandragora: “Questa piazza merita di più. Belotti? Per tutto l’anno sarà il nostro capitano”