Torino, la probabile formazione contro il Napoli del 22 settembre 2018

3-5-2, ripartenze e Belotti-Zaza: così Mazzarri vuole battere il Napoli

di Valentino Della Casa - 23 Settembre 2018

La probabile formazione del Torino / Aina titolare a destra, Berenguer a sinistra. A centrocampo torna Rincon, in attacco Belotti-Zaza dal primo minuto

Scelte obbligate? Anche. Ma non solo. La probabile formazione del Torino che affronterà il Napoli deve necessariamente tenere conto degli infortuni, ma anche di una serie di decisioni ponderate durante tutta la settimana da Walter Mazzarri. L’allenatore del Toro ha cercato in conferenza stampa di tenere le carte il più possibile coperte, per non concedere nulla ai forti avversari partenopei, reduci da un pareggio a reti bianche in Champions League. Ma molti giochi sembrano comunque fatti. Dipenderà, più che dal modulo e dagli interpreti, dalle varie interpretazioni.

Torino, la probabile formazione: Aina torna titolare sulle fasce

Contro i migliori, bisogna cercare di schierare i migliori. O i presunti tali, lasciando gli esperimenti ad altre occasioni, se non per questioni di estrema necessità. Per esempio, Mazzarri dovrà fare a meno per infortunio di Lorenzo De Silvestri, e la cosa sicuramente gli complica i piani. Come l’ex Sampdoria, mancherà anche Ansaldi, e così l’allenatore punterà su due giovani: AinaBerenguer. Il primo, di nuovo in forma, sta stupendo da quando arrivato; il secondo, è migliorato rispetto alle prime apparizioni proprio nell’ultima gara, giocata contro l’Udinese. Saranno loro due a coprire le fasce, e a proteggere i difensori in fase di ripiegamento. Poco si cambierà, tra l’altro, là dietro: Sirigu in porta; IzzoNkoulouMoretti i tre centrali.

Probabile formazione del Torino contro il Napoli: Rincon torna in campo

Tra gli infortunati non figura Soriano. Ma questo non significa che sarà titolare, anzi. Il giocatore ex Villarreal deve ancora trovare il top della forma, ha giocato anche per necessità, e qualche problema fisico l’ha frenato in settimana. È stato convocato anche per questioni numeriche, ma dovrebbe finire in panchina, lasciando il posto a Rincon, che torna titolare anche per cercare di fare il più possibile da frangiflutti per la difesa. Ai suoi lati, ecco Baselli e Meité, che Mazzarri ha spronato in conferenza stampa, chiedendogli di non accontentarsi. E poi, l’attacco: BelottiZaza. Senza molti dubbi. Il secondo, come Soriano, non è al massimo. Domani ci vorrà comunque la sua migliore versione possibile. Per scardinare la difesa avversaria e regalare la gioia dei tre punti.

Probabile formazione Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Moretti; Aina, Meité, Rincon, Baselli, Berenguer; Zaza, Belotti. A disp. Ichazo, Rosati, Bremer, Djidji, Lukic, Soriano, Parigini, Damascan, Edera. All. Mazzarri

Indisponibili: Ansaldi, De Silvestri, Lyanco, Falque

68 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
capitanamerica70
capitanamerica70
1 anno fa

La solita annata mediocrissima dell’era dell’alessandrino,con squadretta incorporata e coach insipido (per un toscano come lui questa credetemi è una vera offesa).Si lotterà se va bene per il primo posto della colonna di sinistra,se va male per non retrocedere.Bella roba…

Mimashi
Mimashi
1 anno fa

Questo oggi fa di nuovo un bel 5-4-1 con Soriano dietro Belotti e lascia Zaza in panchina.

tarzan_annoni
tarzan_annoni
1 anno fa
Reply to  Mimashi

Anche secondo me. Chiuso ed eventuali ripartenze. Così fosse e facessimo punti, tutti ad applaudire. Perdessimo….giù critiche. Normale che sia così. Questo è il risultato di un allenatore pragmatico o pavido. Scegliete voi l’ aggettivo più consono

Bischero
Bischero
1 anno fa
Reply to  Mimashi

Se così sarà non saprei dirti quale delle 2 sia la soluzione migliore. Sei sicuro che con Zaza saremo più offensivi e pericolosi?

tarzan_annoni
tarzan_annoni
1 anno fa
Reply to  Bischero

Più pericolosi non lo si è se gioca un attaccante o un centrocampista. Dipende dall’ atteggiamento. Secondo me zaza, nelle idee tattiche di mazzarri, non ci azzecca nulla in coppia con Belotti. Forse da solo la davanti si. A questo punto mi chiedo perchè acquistarlo. Già è odiato dal 90%… Leggi il resto »

Bischero
Bischero
1 anno fa
Reply to  tarzan_annoni

Perché sarà il dopo Belotti.

tarzan_annoni
tarzan_annoni
1 anno fa
Reply to  Mimashi

la formazione ufficiale lo da titolare

mcmurphy
mcmurphy
1 anno fa

Se perdiamo con il Napoli,cosa molto probabile,prepariamoci a una cavalcata trionfale degli spalam….,sono già in agguato,aspettano il 90′ e poi vai di attacchi frontali e contumelie…

gix
gix
1 anno fa
Reply to  mcmurphy

non aspettano altro,sono dei poveretti

Mimashi
Mimashi
1 anno fa
Reply to  gix

Meno male che ci siete voi ad elevare il livello della discussione allora. Siamo proprio fortunati. Dai su, vedetela dal lato positivo : se non ci fossero gli spalam a chi fareste la morale tutti i giorni? Con chi vi sfoghereste? Il vostro datore di lavoro no perché altrimenti vi… Leggi il resto »

Roberto (RDS 63)
Roberto (RDS 63)
1 anno fa
Reply to  gix

Il poveretto sei tu che sei tredici anni che aspetti…illuso!

Roberto (RDS 63)
Roberto (RDS 63)
1 anno fa
Reply to  mcmurphy

Beato te che pensi che il problema del Toro sia l’allenatore è che andato via Spacobotilia pensi che sia tutto bello è tutta gioia.

tarzan_annoni
tarzan_annoni
1 anno fa
Reply to  mcmurphy

Ci sono tanti modi per perdere. Tre a zero senza fare un tiro in porta…e tre a zero giocando al massimo, tanti tiri in porta, loro portiere 7 in pagella. 0 a 1 fino all’ 8oesimo e poi goleada con loro contropiede.

Valentino
Valentino
1 anno fa
Reply to  mcmurphy

Ma tu parli di spalamexda che l’anno scorso hai buttato tanta di quella merxa su Miha, solo perchè era serbo poi. E se Mazzarri fosse albanese passeresti le giornate a insultarlo, e vieni qui a fare la morale agli altri?

Bischero
Bischero
1 anno fa
Reply to  Valentino

Dai Valentino…ma che stai dicendo?

Valentino
Valentino
1 anno fa
Reply to  Bischero

Bischero ma hai capito cosa ho detto e con chi Sto parlando? Secondo me no, se proprio ti devi mettere in mezzo cerca almeno di capire il discorso.