Torino-Lazio 0-1: l’atteggiamento rinunciatario non paga

di Francesco Vittonetto - 29 Aprile 2018

Il Torino perde di misura contro la Lazio: un’incornata di Milinkovic-Savic decide il confronto. Ma i granata non sono mai stati pericolosi

Alla fine, contano le motivazioni. E quelle della Lazio superavano di gran lunga quelle del Torino. Prova a metterci l’orgoglio, la squadra di Mazzarri, ma di fronte c’era una squadra vera, impegnata in una rincorsa Champions che, per gioco ed abnegazione, la vedrà certamente protagonista fino in fondo. Il primo tempo era iniziato sotto i colpi di una Lazio tambureggiante. Al 13′, però, la squadra di Inzaghi perde il suo diamante, Immobile, per problemi muscolari. Il Torino si riassesta, si rende pericoloso con Ljajic e de Silvestri, ma trema per un calcio di rigore assegnato da Irrati per fallo di Nkoulou su Milinkovic: Sirigu è provvidenziale e blocca la conclusione di Luis Alberto. La Lazio crea, ma il Toro non resta a guardare: Leiva mette paura ma trova un Sirigu in stato di grazia, Ljajic ispira ma ai granata manca il guizzo finale.

Torino-Lazio 0-1: la decide Milinkovic-Savic. I cambi di Mazzarri incidono poco

Nella ripresa, il Toro sembra rinunciare alla fase offensiva. E l’atteggiamento non paga. 11′ e Milinkovic porta avanti i suoi, con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La reazione granata latita, i biancocelesti collezionano occasioni in contropiede, mostrando buone geometrie ma peccando in maniera inconsueta nel momento decisivo – esemplificativi i due errori sottoporta di Caicedo. Il Torino, nonostante gli ingressi di Falque e Niang, non punge. Troppo sterile il possesso palla nella metà campo biancoceleste. Mai una verticalizzazione, mai uno spunto in grado di mettere in ambasce la retroguardia laziale. E al fischio finale di Irrati ad esplodere è solo il settore ospiti. Per il Toro, arrivano i fischi.

più nuovi più vecchi
Notificami
Roberto (RDS 63)
Utente
Roberto (RDS 63)

E qualche cretino li giustifica pure…”partita di fine stagione fra squadra con obbiettievo da conseguire e squadra cui non ha nulla da chiedere”….come se non prendessero lo stipendio.

Giontony
Utente
Giontony

Peggio di questo alcolizzato solo Lerda

Giontony
Utente
Giontony

Allenatore infame. Prezzolato. Squadra da schifo. Grazie Cairo.