La probabile formazione del Verona contro il Torino: Juric con il 3-4-2-1. Di Carmine in attacco, dietro rientrano Gunter e Kumbulla

Se da un lato Mazzarri ritrova Andrea Belotti, dall’altro la gioia di Juric è il rientro di Marash Kumbulla. Il difensore albanese ha svolto tutta la settimana di allenamenti con il resto del gruppo ed è indirizzato verso il ritorno nell’undici titolare. Il dubbio, il tecnico scaligero, se lo tiene comunque: resiste, infatti, il ballottaggio con Bocchetti, ma qualora dal classe 2000 dovessero arrivare rassicurazioni allora sarà lui – e non l’ex Spartak Mosca – a scendere in campo dal primo minuto.

Juric col 3-4-2-1: dubbi Kumbulla e Pessina

Per la sfida contro il Torino (ecco, a proposito, la probabile formazione dei granata), dunque, la difesa gialloblu potrebbe rivoluzionarsi, dal momento che Gunter sostituirà lo squalificato Dawidowicz. L’unico confermato rispetto alla sconfitta dell’ultimo turno contro l’Atalanta potrebbe essere così Rrahmani.

Il secondo punto interrogativo è legato alle condizioni fisiche di Pessina: non è al meglio e Juric pensa di risparmiarlo. Più probabile che alle spalle di Di Carmine vada a posizionarsi Verre con Zaccagni.

Verona-Torino: la probabile formazione gialloblu

La linea mediana del 3-4-2-1 è invece fatta. Miguel Veloso e Amrabat si posizioneranno al centro, con Lazovic e Faraoni a dare sprint sulle corsie.

Probabile formazione Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Gunter, Kumbulla; Faraoni, Amrabat, Veloso, Lazovic; Zaccagni, Verre; Di Carmine. A disp. Berardi, Radunovic, Adjapong, Bocchetti, Wesley, Empereur, Danzi, Henderson, Pessina, Stepinski, Tutino, Pazzini. All. Juric
Squalificato: Dawidowicz
Indisponibili: Badu, Bessa, Tupta, Salcedo

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 15-12-2019


Torino, torna Belotti: il Gallo è pronto a guidare l’attacco

Le ultime dal Bentegodi: gioca Zaza, Belotti in panchina