Le parole dell’allenatore del Venezia prima della sfida contro il Torino: la conferenza stampa di Paolo Zanetti

Paolo Zanetti ha parlato alla vigilia della partita contro il Toro in programma allo stadio Olimpico Grande Torino. Il tecnico dei lagunari ha dichiarato: “Torino è una squadra forte, in casa non ti fa uscire dalla tua area, quasi tutte le squadre che sono andate lì sono andate in difficoltà. Detto questo però è un po’ inutile pensare alla loro forza -ha proseguito il tecnico dei lagunari- sicuramente sarà una trasferta difficile e dovremo dare tutto per riuscire a strappare un risultato positivo. La Serie A è questa qua. Ne ero consapevole quando sono rimasto, sapevo sarebbe arrivato un momento simile ma so anche che siamo in piena corsa per giocarci la storia, in tanti probabilmente ci pensavano già morti a gennaio, invece siamo ancora qua a lottarcela, dobbiamo avere fiducia in noi stessi. Kiyine? Non è recuperato, così come Sigurdsson”.

Le parole di Zanetti sulla settimana pre Torino-Venezia

Il tecnico degli arancioneroverdi ha poi tracciato un bilancio sulla settimana che il Venezia ha attraversato in vista del Toro. Paolo Zanetti in merito ha detto: “È stata una settimana buona, abbiamo recuperato tutti coloro che erano indisponibili per Covid. Siamo riusciti a fare una settimana intera d’allenamento piena e quindi possiamo riavvicinarci a un undici tipo. Abbiamo affrontato la settimana ragionando sul fatto che dev’essere per noi finito il ciclo difficile, sappiamo quanto il periodo dicembre-gennaio fosse tosto soprattutto dal punto di vista del calendario, ha messo a dura prova la nostra tenuta psicologica. Dobbiamo ritrovarci, ritrovare entusiasmo, -ha aggiunto Zanetti- sento molta negatività nell’ambiente, dobbiamo fare di tutto per capovolgere questa situazione. Ci sono ancora 45 punti in palio, abbiamo una posizione di classifica ancora non compromessa, la storia è tutta da scrivere. È stato il periodo probabilmente più difficile da quando sono qua, dobbiamo far valere ora tutte le nostre qualità. Sul campo dovremo dimostrare di meritarci questa categoria”.

Zanetti: “Dal punto di vista tecnico non mi preoccupa niente”

Infine, Zanetti rispondendo a una domanda che gli chiedeva se c’è qualche aspetto che lo preoccupa di più ha risposto: “Dal punto di vista tecnico non mi preoccupa niente. Penso, e l’ho detto anche alla squadra, che siamo più forti dell’andata. In questo momento non sono in condizione i nuovi arrivati – ha detto Zanetti- ma lo saranno tra un po’. La squadra è migliorata in queste settimane. Mi preoccupa la mancanza di autostima, quando sento che potremmo smettere di crederci. Fino a quando io sarò qui questo non dovrà accadere, lotteremo fino all’ultimo secondo per l’obiettivo e se dovesse essere sarò l’ultimo ad abbandonare il campo di battaglia. Ma non sarà così perché ci credo veramente, abbiamo dimostrato già sul campo di potercela fare. Siamo una squadra che per me ha le capacità per ritrovarsi al quart’ultimo posto all’ultima giornata, con tutti i limiti del caso. Quelli che mi preoccupano di più sono quelli mentali e per toglierceli dobbiamo fare tesoro degli errori fatti in partite dove non dovevamo sbagliare l’atteggiamento. Per il resto so di avere ragazzi con margine di crescita. Poi ovviamente i ragazzi dovranno fare il loro, con l’attenzione in difesa, facendo gol, lì i protagonisti sono loro, per tutti gli altri aspetti bisogna essere bravi a trovare la chiave”.

Paolo Zanetti
Paolo Zanetti
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 11-02-2022


Juric: “Ora dobbiamo ripartire. Milinkovic-Savic? Gli errori fanno parte del gioco”

Probabile formazione Torino / Torna Pjaca dal 1′, ballottaggio Ricci-Linetty