I doppi ex / Baselli e Zappacosta sono cresciuti classicisticamente a Bergamo. Kurtic in granata non ha trovato fiducia, ora è un pupillo di Gasperini

Il Toro si prepara alla sfida di domenica contro l’Atalanta di Gasperini. I granata sono in una fase difficile della propria stagione, mentre i bergamaschi continuano a sorprendere e a divertire. La partita è decisiva per il prosieguo della stagione della squadra di Mihajlovic: serve una vittoria per tornare a far gioire il pubblico dello stadio Olimpico “Grande Torino”.

La sfida nella sfida sarà a centrocampo, tra i due ex della partita: Daniele Baselli e Jasmin Kurtic. Baselli è cresciuto nelle giovanili dell’Atalanta è ha debuttato in prima squadra nel 13/14, dopo due stagioni al Cittadella, in serie B. Con i bergamaschi ha totalizzato 55 presenze totali, con 2 gol e 5 assist, alternandosi nel ruolo di mediano e di mezz’ala. L’inizio della prima stagione con il Toro è stato straordinario: 3 gol nelle prime 3 giornate e quarta rete all’ottava giornata, contro il Milan. Oltre ai gol, Baselli ha incantato i tifosi granata con grandi giocate. Poi, improvvisa, è arrivata la crisi, in contemporanea con il calo di rendimento della squadra.

In questa stagione, l’avvio del centrocampista è stato di nuovo molto positivo con due reti nelle prime due giornate, poi il suo rendimento è tornato altalenante. Dopo la nota strigliata di Mihajlovic, Baselli ha dimostrato, a tratti, maggiore personalità, ma fatica ancora a trovare la giusta continuità per imporsi ad alti livelli. Non è un segreto che il tecnico granata abbia chiesto dei rinforzi a centrocampo, e nelle ultime uscite spesso ha preferito Obi a Baselli. Il bergamasco deve quindi tornare decisivo contro la squadra nella quale è cresciuto se vuole riprendersi la maglia da titolare nel Torino.

Tra le fila dell’Atalanta, sta vivendo la miglior stagione della sua carriera, per continuità e qualità, l’ex Toro Kurtic. Il centrocampista ha vestito il granata dal gennaio 2014 al 18 maggio dello stesso anno, per un totale di 16 presenze e 2 gol. Il feeling con Ventura non è mai sbocciato e lo sloveno si è trasferito alla Fiorentina, prima, e all’Atalanta poi. Gasperini ha saputo tirare fuori il meglio dallo sloveno in questa stagione. Gli ha trovato la giusta collocazione tra le linee di centrocampo e difesa, e Kurtic ha risposto con un rendimento più che positivo e con cinque reti. Ora è diventato un giocatore imprescindibile nell’undici nerazzurro.

Un altro ex è Davide Zappacosta, che non sarà della partita per un problema muscolare. Con la maglia dell’Atalanta era stato protagonista assoluto due stagioni fa con 29 presenze e 3 gol. Al Toro, le presenze in questa stagione sono state 18, dopo aver guadagnato la maglia da titolare ai danni di De Silvestri. Questo infortunio potrebbe fargli perdere nuovamente terreno nelle gerarchi del tecnico Mihajlovic. Certamente quello sulla fascia destra granata rimane il dualismo più interessante nella rosa granata..


19 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
valetorello
valetorello(@valetorello)
4 anni fa

Sono perplesso che si metta a confronto due interni con caratteristiche completamente diverse . Per il gioco (?????) attuale , 2\3 centrocampisti aggressivi sarebbero piu’ idonei , ma qui entra in ballo chi gestisce la parte tecnica . Qui si è cercato di adattare il gioco ai calciatori e non… Leggi il resto »

AT72
AT72(@at72)
4 anni fa

Baselli contro Kurtic… decisamente meglio l’ex della fighetta…peccato non averlo riscattato. Insieme a Kucka è quello che ora ci servirebbe..

torogranata65
torogranata65(@torogranata65)
4 anni fa

UFFICIALE: il mercato sta giungendo al termine e nui aspittammu..

Il Toro ritrova Damato: il fischietto del gol annullato ad Arma

Gasperini e il Toro, tra sfide spettacolari e quella panchina avvicinata