Belotti, gol d'autore per l'Europa e...segnali per Mancini - Toro.it

Belotti, gol d’autore per l’Europa e…segnali per Mancini

di Giulia Abbate - 14 Maggio 2019

Ancora due gol pesanti per Belotti, che sale a quota 15 e manda messaggi al ct azzurro. Intanto il Toro se lo gode

Al rigore sbagliato nella testa di Belotti sarà passata tutta la stagione, come un baleno, un film nel quale il lieto fine non sembrava essere nei piani dello sceneggiatore né per lui né per il Toro. E invece il Gallo non si è fatto scoraggiare dimostrandosi più forte anche della sfortuna e di un intoppo che alla fine non ha, fortunatamente, condizionato il risultato finale. “Nello spogliatoio nell’intervallo mi dicevano che avrei fatto una doppietta e così è stato, sono molto contento” dirà il bomber granata a fine partita festeggiando una vittoria che sa davvero di impresa e che evidenzia come questa squadra sia cresciuta, soprattutto mentalmente. E lo ha fatto anche Andrea Belotti: la corsa forsennata verso i propri compagni e sotto gli occhi di migliaia di sostenitori ne sono la prova.

Belotti, una rovesciata che sa di liberazione

Da rovesciata a rovesciata: un epilogo, quello della sfida contro il Sassuolo, che per Belotti è quasi una liberazione. Soprattutto visti i precedenti. Nella stagione nera del Gallo, quella dei pochi gol e dei troppi infortuni, il suo campionato era iniziato proprio con una rovesciata da urlo contro i neroverdi. Un gol che, in quell’occasione, aveva fatto pensare al primo gradino di un’altra grande stagione per il bomber. Come è andata, poi, tutti se lo ricordano.

Quella di ieri sera, invece, è una rovesciata che da un calcio non solo al pallone della vittoria ma anche ai tanti problemi vissuti dal numero 9 granata nell’ultimo anno. Una rete che chiude un cerchio, che sembra liberare il Gallo non solo del peso di un rigore sbagliato ma anche dei tanti dubbi sollevati la scorsa stagione. Una prodezza che potrebbe regalare al Toro l’Europa e riportare in alto anche l’attaccante.

Belotti, il Toro è riconquistato: adesso tocca alla Nazionale

Il Toro, dunque, ha ritrovato il suo bomber. Il suo uomo simbolo che cade sotto l’ennesimo errore dal dischetto ma reagisce, si rialza e vince. Esattamente come il Torino contro il Sassuolo. E non è certo un caso che sia stato proprio il Gallo a ribaltare definitivamente il risultato. Contro i neroverdi Belotti ha messo in chiaro perfettamente che il Torino è suo: se l’è ripreso a suon di gol e di prestazioni da vero leader dopo una stagione non certo semplicissima.

La strada, però, non è ancora finita. Con i granata ci sono ancora due finali da giocare e un obiettivo europeo da raggiungere e per l’attaccante c’è anche il sogno Azzurro da riconquistare. Dopo le esclusioni di Mancini dalle ultime convocazioni, è difficile pensare che il Belotti visto nelle ultime settimane possa rimanere ancora a lungo fuori dai piani della Nazionale. Per lui è questione di tempo e pazienza: intanto ci pensa il Toro a coccolarsi il suo leader.

più nuovi più vecchi
Notificami
Vegeta
Utente
Vegeta

Belotti è semplicemente il più forte attaccante Italiano come Izzo è il più forte difensore italiano e Sirigu il più forte portiere Italiano… il loro peccato per Mancini e gli altri guru italiani è che giocano nel Toro….

Casao92
Utente
Casao92

Segna,corre,aiuta il centrocampo e la difesa.c’è solo da fargli i complimenti.

gix
Utente
gix

di quello che farà Mancini me ne frego,io me lo godo il nostro grande capitano…alla faccia di chi lo ha chiamato infame

TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!
Utente
TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!

quelli, in questi momenti si nascondono. Non solo, quando appaiono, fanno finta di nulla. e se li si accusa esplicitamente, facendo i nomi, dicono che loro non sono stati. Ma noi ce nestrafreghiamo e ci godiamo il gallo. domenica allo stadio di certi personaggi non ce n’era l’ombra. ma se… Leggi il resto »

Rob 62
Utente
Rob 62

Con tutto il rispetto e senza voler fomentare nessuna polemica io ho visto solo un Nick name offendere pesantemente il gallo se ci riferiamo alla cronaca della partita. Il resto sono stati commenti pacati o tuttalpiù imprecazioni ( e mi ci metto anch’io) per un enorme mole di gioco che… Leggi il resto »

gix
Utente
gix

nel caso specifico mi riferivo ad uno in particolare,a cui perdonare qualche cosa non mi va

Rob 62
Utente
Rob 62

Io sono contrario alle offese a chi veste la maglia granata.La critica ci sta l’offesa no.

TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!
Utente
TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!

ogni tanto qualche sassolino lo si vuole togliere . è polemica lo ammetto. ma umanamente ogni tanto fa piacere. oggi è il 14/05/2019. il gruppetto dei soliti noti, è partito ad agosto a dire che a dicembre eravamo fuori da tutto. che cairo andava cacciato, che sarebeb stato l’ennesimo fallimento,… Leggi il resto »

Rob 62
Utente
Rob 62

Si il discorso lo capito, scrivevo su questo sito ,poi per mesi ho abbandonato anche perché non era più Toro.it era Cairo.it. A me piace più discutere di questioni di campo, magari si impara qualcosa. Poi ognuno ha la sua idea sulla gestione presidenziale ci mancherebbe, anche io lo espressa… Leggi il resto »

TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!
Utente
TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!

la critica educata è sempre bene accetta. il. il pensiero diverso, contrario addirittura può arricchire. E’ che certa gente, come avrai notato tante volte anche tu, confonde la critica con l’insulto. ma ora colgo il tuo pensiero e cambio discorso.

Rob 62
Utente
Rob 62

Si su questo sono d’accordo.