Per il “Gallo” un grande banco di prova in Nazionale contro la Macedonia: si ricompone la coppia con Immobile, ma l’attaccante del Toro è più in forma

E ora si fa sul serio. Andrea Belotti, dopo l’esclusione per gli Europei della scorsa estate (che aveva lasciato discutere), sa che ai Mondiali potrà esserci. E essere protagonista. Dalla sua parte, c’è una crescita continua, un rendimento costante e anzi sempre più concreto e decisivo, e un allenatore, Ventura, che lo volle fortemente l’anno scorso al Toro. Toro che, in questo momento, rappresenta tutto l’universo del “Gallo”: universo granata, certo, ma con qualche sfumatura azzurra che davvero può inorgoglire anche i tifosi.

Sì, perché per la prima volta dopo tanti anni, un giocatore del Toro può davvero essere il fulcro dal quale far ripartire la Nazionale. Più di Ogbonna, anni fa; più di Cerci e Immobile per la scorsa (disastrosa) edizione dei Mondiali, quando non erano certamente titolari fissi. Per il numero 9 del Toro, invece, la storia può essere molto diversa. La scorsa partita, contro la Spagna, quando è entrato ha saputo fare la differenza, giocando “semplicemente” come è solito fare in campionato, con quel 9 sulla maglia granata che spicca e che ancor di più esalta le sue doti da bomber.

CAMPO, 28.8.16, stadio Olimpico Grande Torino, 2.a giornata di Serie A, TORINO-BOLOGNA, nella foto: Andrea Belotti esulta dopo gol 5-1
CAMPO, 28.8.16, stadio Olimpico Grande Torino, 2.a giornata di Serie A, TORINO-BOLOGNA, nella foto: Andrea Belotti esulta dopo gol 5-1

Questa sera, contro la Macedonia, Belotti sente il profumo dell’esordio da titolare, giostrando proprio in coppia con Immobile, come fu l’anno scorso in granata. Ma se la punta della Lazio si è sbloccata solo di recente, altrettanto non si può dire del “Gallo”, che è meno esperto da un lato, ma più “in palla” dall’altro. La Nazionale, così come il Toro, insomma riparte e si affiderà anche a lui. E anche questa, citando Mihajlovic, è una bella “prova di maturità”. Per superarla, ci vorranno umiltà e granatismo, qualità che all’ex Palermo proprio non mancano. Anzi, lo esaltano. Per la gioia di tutti i tifosi: granata in primis, ma anche azzurri.


56 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
deankeatonbig
deankeatonbig
5 anni fa

Mi sono svegliato adesso e ho saputo che il Gallo ha subito beccato la preda….. Facendo 1 + 1,rigonfiamento del portafoglio di Cairo e visibilità mondiale di un gran giocatore,speriamo solo che il presidente smetta di fare il business man e faccia l’innamorato del Toro,lasciatemi sognare….

tabela
tabela
5 anni fa

Più partite gioca la nazionale di Giampi e più prende le sembianze del TORO dello scorso.

tabela
tabela
5 anni fa
Reply to  tabela

anno.

lucerina69
lucerina69
5 anni fa

Ad un certo ho temuto che ci ricordasse di cittadella…e secondo lui abbiamo fatto cagare x inesperienza…la solita frase che andava bene x un po al toro ma dirlo quando in squadra ai gente del psg,milan,lazio,inter,merde mi sembra un lavarsi le mani e nn dire di aver messo fuori ruolo… Leggi il resto »

Torello72
Torello72
5 anni fa
Reply to  lucerina69

ROSICA ROSICA

Nazionali: vince l’Inghilterra di Hart, oggi tocca a Belotti e Benassi

Hart: “Il City? Non so se mi osservano. Io penso al Toro”