Alejandro Berenguer si presenta a Bormio, sede del ritiro estivo del Torino: l’esterno è il secondo acquisto della sessione dopo Sirigu

nostro inviati Ivana Crocifisso / Andrea Piva – Dopo Sirigu a Bormio si presenta anche Alejandro Berenguer: in comune col compagno la recente esperienza all’Osasuna. Ora il Torino, la squadra che lo ha strappato alla concorrenza e lo ha portato alla corte di Sinisa Mihajlovic. Sarà l’alternativa sulla sinistra all’argentino Boyé: per Berenguer sarà la prima esperienza nel campionato italiano, mentre per il Toro si tratta del secondo spagnolo in rosa, vista la presenza di Iago Falque. “Perché il Toro? È un grande club, ho chiesto referenze a Sirigu prima di arrivare, mi ha parlato bene del Toro e sono molto contento di essere qui. Il Napoli? Ho aspettato l’offerta, mi sembrava la migliore quella del Toro”. 

“Destra o sinistra? Non importa, posso giocare sia a destra che a sinistra ma preferisco a sinistra”. Sul ritiro: “Questo è un gruppo che mi ha fatto buona impressione, con il mister ho ancora parlato poco ma mi è subito sembrato molto grintoso”. Sul tipo di qualità: “Sono veloce, bravo nell’uno contro uno, devo migliorare in fase difensiva”. Sul Torino: “Sapevo della Tragedia di Superga, conosco la storia del Toro”. 

Sugli idoli:Neymar, mi piacerebbe assomigliargli (ride, ndr)”. Su Falque: “Credo sia il giocatore che più mi sta aiutando in campo e fuori, per me rimane un punto di riferimento”. Sulla clausola anti-Athletic: “Non so se la vestirò mai la maglia, il resto sono cose che riguardano le società”. Su come sarà la sua vita torinese: “Mia sorella Andrea vivrà con me a Torino, i miei genitori verranno a trovarmi di tanto in tanto”. Sul derby: “C’è grande rivalità, ovvio che spero di vincere”.  Sul campionato di Serie A: “Non ho visto giocare il Toro, credo che sia un campionato bello. Le differenze col campionato spagnolo ci sono: in Italia si gioca un calcio più tattico, in Spagna più col pallone”. Sulle offerte prima del Toro: “L’Athletic in Spagna, e lo Spartak Mosca in Russia”. Obiettivi? “Aiutare la squadra, fare gol per permettere al Toro di raggiungere gli obiettivi”. 


17 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
mario tifoso dal 1958
mario tifoso dal 1958 (@mario)
4 anni fa

personalmente sceglierei come titolare esterno sinistro Boye, Berenguer lo farei partire come sua riserva.
Confido che nel prossimo campionato Boye segnerà un buon numero di gol!

R2D2
R2D2 (@r2d2)
4 anni fa

io ti ricordo solo che 2 anni fa il NApoli non riusci a prendere Macsimovic e-guarda guarda- il serbo SI INFORTUNO E NON GIOCO’ PER DEI MESI.
Occhio alle jettature napuletane !!! son capaci di tutto.

Guile
Guile (@guile)
4 anni fa

Un benvenuto a Alejandro Berenguer.

Torino a Bormio / L’allenamento mattutino: Berenguer e Valdifiori a parte

Torino, finito l’allenamento pomeridiano: assenti Sirigu e Bonifazi