Il duello di Bologna-Torino / Rossettini è troppo discontinuo, il mercato potrebbe metterlo a rischio. Destro deve sbloccarsi

Poche ore al match Bologna-Torino con i granata obbligati a vincere se vogliono mantenere ancora aperta la porta per l’Europa, nonostante la difficoltà dell’impresa. Una partita nella quale il Toro dovrà fare a meno del proprio trascinatore, Belotti, e avrà bisogno della miglior prestazione di tutti, a partire dalla difesa. E in difesa sarà Rossettini a dover mettere in campo la partita perfetta: il difensore è in discussione e ha bisogno di conferme per poter convincere Mihajlovic. Così come, tra le fila del Bologna, è Mattia Destro ad essere alla caccia di una molla che lo faccia finalmente scattare e lo trasformi di nuovo nel bomber determinante che il Bologna cerca da tempo.

Luca Rossettini. Un inizio difficile con la maglia granata, un periodo di assestamento, la crescita, continua ed evidente e, alla fine, Luca Rossettini è uno dei giocatori più impiegati da Mihajlovic. I problemi, per il difensore ex Bologna, non sono finiti: la discontinuità che lo ha caratterizzato all’inizio continua ancora oggi a restare un problema. È in grado di collezionare prestazioni importanti, risultando in alcuni casi il migliore in campo, per poi incappare in errori grossolani che costano spesso caro ai granata. Alti e bassi che rimettono in discussioni le gerarchie del tecnico e lo stesso Rossettini: con i discorsi mercato ancora aperti anche il difensore è a rischio. Ecco allora che il match di oggi contro il Bologna potrebbe essere un banco di prova estremamente importante per Rosettini: il Toro deve vincere, il difensore convincere.

Mattia Destro. Se il granata ha convinto solo a tratti, chi invece sta deludendo, almeno in parte, le aspettative è Mattia Destro. L’attaccante, preso come bomber di razza in grado di trascinare il Bologna sta trovando sul suo cammino troppe difficoltà, soprattutto mentali. “Ha degli aspetti da migliorare e lui lo sa, il giocatore determinante deve saper sfruttare anche poche occasioni” ha detto Donadoni in conferenza stampa, evidenziando come convinzione e determinazione siano due aspetti su cui il classe ’91 dovrà lavorare molto. Nel match di andata non è riuscito a superare la difesa del Toro, sprecando l’unica occasione realmente pericolosa del Bologna. Oggi pomeriggio Destro dovrà riuscire ad invertire la rotta, per se stesso e per la sua squadra.


Bologna-Torino, è Belotti l’autore dell’ultimo successo granata

Zappacosta out: problema ai flessori