Con 171 recuperi è Bremer a guidare la classifica della Serie A: ecco tutti i numeri e le statistiche del difensore granata

Ventiquattro anni all’attivo, un futuro calcistico davanti e la capacità di mettere in campo l’esperienza di un veterano navigato della nostra Serie A: il curriculum di Gleison Bremer non sarà forse lunghissimo ma i numeri parlano per lui tanto che a Juric sono bastate una manciata di gare, al netto dei risultati, per convincersi a mettere nelle mani del brasiliano le redini della difesa del suo Toro. Una fiducia confermata anche e soprattutto dai numeri che lo eleggono, di fatto, come uno dei migliori difensori del nostro campionato. Il re indiscusso per quanto riguarda i palloni recuperati.

Bremer, leader dei recuperi: sono 171

Dalle statistiche diramate dalla Lega di Serie A, infatti, il dato che maggiormente spicca è proprio il numero dei recuperi messi a segno da Bremer. Ben 171 in appena 11 gare disputate per un totale di 974 minuti totali (una sola esclusione per infortunio alla seconda di campionato). Un bottino che lo catapulta saldamente in testa alla classifica recuperi. E per distacco: al secondo posto, infatti, il doriano Colley si è fermato a 140 mentre sul gradino più basso del podio Samir (Udinese) è a quota 136. Per trovare un altro granata, invece, bisogna scendere fino al 13° posto dove Djidji ha totalizzato 100 recuperi.

Ma i palloni recuperati non bastano a restituire la vera dimensione del brasiliano. In 11 presenze ha vinto ben 414 duelli aerei. Una media di 3,8 duelli vinti a partita che lo piazza al terzo posto alle spalle di Thorsby (56) della Sampdoria e Djuric (55) della Salernitana. Un terzo posto che Bremer si guadagna anche per quanto riguarda i palloni rubati: 98 in totale dietro ai 106 di Consigli e ai 103 di un altro granata: il portiere Milinkovic-Savic.

Tutti i numeri del granata

E non è ancora tutto. Insieme a Cristante e Felipe Anderson, Bremer condivide il 6° posto nella classifica dei contrasti vinti: 77 in tutto. In testa troviamo invece il Cagliaritano Nandez con 92 contrasti riusciti seguito da Thorsby (88), Dominguez del Bologna (86) e il laziale Milinkovic-Savic a quota 83. Infine, se in difesa il numero 3 granata è un vero e proprio muro, spesso invalicabile anche per i centroavanti più blasonati, anche in fase di impostazione la precisione di Bremer non passa inosservata. Con 409 passaggi riusciti su un totale di 501 tentati, infatti, il difensore ha una media dell’81,6%. Sono invece 20 i falli commessi dal difensore che è 13° in questa particolare graduatoria.

Gleison Bremer
Gleison Bremer
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 13-11-2021


4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06
14 giorni fa

Eppure più di una volta ho letto di una valutazione sui 10 milioni. Mi sembrano pochini. Come già scrissi ; se fosse in una cosiddetta big varrebbe molto molto di più e ripeto, visto che i migliori sanno che con il Torino uc non concorreranno mai per nulla sono solo… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
14 giorni fa
Reply to  ardi06

“Però se la società fosse un po’ più sveglia gli avrebbe già rinnovato il contratto da tempo, …” ronf zzzzz ronf zzzz ronf zzz Per rinnovare serve la volontà di entrambi ronf zzz Tanti fanno così, anchi chi gioca nelle grandissime,non succede solo al Toro ronf zzz E’ diventata la moda,… Leggi il resto »

ale_maroon79
ale_maroon79
14 giorni fa

Direi che è abbastanza evidente la differenza quando c’è Bremer e quando non c’è.
Spero che con lui non facciano la stessa fesseria fatta con Belotti.

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
14 giorni fa
Reply to  ale_maroon79

Non dipende più dal presiniente, a meno che lo copra d’oro. Giocatori così hanno già le porte aperte in molte squadre top.

Infortuni ma anche due gol: Millico sotto la lente del Toro

Belotti è il granata “d’oro”: la classifica degli italiani più preziosi