Tra i granata in prestito c’è Millico, autore di due reti con il Cosenza, club con il quale sogna i playoff per la promozione in A

Quasi un terzo della stagione se n’è già andato e cominicano a delinearsi le situazioni dei vari club. Il Toro con Juric ha migliorato il proprio rendimento rispetto agli ultimi due anni. Il tecnico, oltre a monitorare i suoi, tiene gli occhi aperti anche sui giocatori di proprietà del club ma girati in prestito per accumulare esperienza. Tra questi c’è la giovane promessa Vincenzo Millico, passato in estate al Cosenza, club che milita in Serie B. Non è la prima volta per lui nella Serie cadetta, ma con i calabresi è a caccia della conferma definitiva.

Millico, un infortunio prima del match da ex contro il Frosinone

Alla corte di Zaffaroni, lo spazio è arrivato sin dall’inizio per Millico. Il giovane attaccante granata ha infatti ottenuto sette presenze totali, l’ultima con la Reggina a novembre, siglaando due reti. La prima è arrivata contro il Como, mentre la seconda contro la Ternana. L’unico scoglio da superare è un infortunio arrivato poco prima della sfida con il club nel quale ha militato in passato: il Frosinone. Lo stiramento alla coscia gli ha impedito di scendere in campo ma ha recuperato in fretta cercando subito di dare il proprio contributo.

Millico sogna i playoff con il Cosenza

La quindicesima posizione ricoperta attualmente dal club rossoblu al pari della Spal, non è delle migliori, ma l’obiettivo è migliorare. “Dobbiamo convincerci di essere forti e di potercela giocare con tutti, dobbiamo pensare che volendo possiamo puntare anche ai playoff. Se poi non ci riusciamo sarà per errori nostri. Ma se si gioca sempre a testa alta, la consapevolezza amenta e si possono raggiungere dei grandi risultati. Questo può consentire a squadre che magari partono svantaggiate di fare ottimi campionati. Basti guardare l’Empoli contro la Juventus“, questo lo spirito e la motivazione portati avanti da Millico, che ha parlato qualche giorno fa ia microfoni del club.

Vincenzo Millico
Vincenzo Millico
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 13-11-2021


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
corrado
corrado (@corrado)
18 giorni fa

È un classe 2000, ha talento, sarebbe un errore smettere di credere nelle sue potenzialità. Non è esploso come Vlahovic, che è già destinato a un grande club europeo, ma può ancora diventare un bel giocatore.

Toro senza rigori dopo 12 giornate: non succedeva dal 2017/18

Bremer, il muro della Serie A: è lui il re dei recuperi