Nessun rigore concesso ai granata in 12 giornate: nella scorsa stagione il Toro ne ha segnati 3 nello stesso frangente

Dodicesima giornata di campionato, Spezia-Torino: al Picco si gioca il 19′ del primo tempo con i granata che attaccano grazie a Belotti che colpisce la traversa prima di essere pescato dal direttore di gara in pieno fuorigioco. Fin qui tutto normale se non fosse che l’azione è viziata da un presunto fallo di mano di Bastoni prima che la sfera arrivi tra i piedi del Gallo. Orsato viene chiamato al Var ma il rigore ai granata non viene assegnato. La prestazione assolutamente negativa della squadra di Juric contro lo Spezia non è certamente dipesa dall’episodio in questione, tuttavia, il dato resta emblematico: dopo 12 giornate di campionato il Toro è e resta a quota 0 penalty fischiati a favore. Una statistica che non sorride di certo alla formazione piemontese che resta all’ultimo posto, proprio in compagnia dei liguri affrontati lo scorso weekend, della classifica rigori.

Serie A, la classifica rigori

Una classifica che vede in testa il Napoli con 7 rigori fischiati a favore di cui solo 4 trasformati. Dietro ai partenopei, Fiorentina, Genoa e Inter sono a quota 5 con toscani e liguri a bottino pieno mentre i neroazzurri ne hanno siglati soltanto 3. Seguono Verona, Lazio e Milan a quota quattro e l’Atalanta a quota 3. Con due penalty fischiati a favore, invece, troviamo Roma, Cagliari, Bologna, Juventus e Venezia mentre Udinese, Salernitana, Sassuolo e Sampdoria precedono il Torino e lo Spezia con un rigore a testa.

Toro, zero rigori in 12 giornate: è record

Tornando al Torino, il bilancio parla dunque di zero rigori a favore in 12 giornate di campionato disputate (2 quelli fischiati contro). Non capitava dal lontano 2017/2018 quando non solo nelle prime 12 giornate non arrivò nessun penalty a favore della squadra granata, ma al termine della stagione il Toro chiuse con 1 solo rigore assegnato. Quello poi sbagliato da Andrea Belotti nel pareggio interno (1-1) contro il Milan. Se si guarda invece alla scorsa stagione, i tiri dal dischetto assegnati nel medesimo lasso di tempo sono stati 3. Alla 4^ giornata di campionato, Belotti trasforma il rigore del momentaneo vantaggio contro il Cagliari dopo appena 4 minuti di gioco. Un vantaggio effimero vista poi la sconfitta finale dei granata per 2-3. Due giornate più tardi, i granata perdono contro la Lazio dopo un match rocambolesco nel quale è sempre il Gallo a trasformare dagli 11 metri la palla dell’1-2. Infine, all’8° turno è Ansaldi a rendersi protagonista dal dischetto trasformando il rigore del momentaneo 2-0 contro l’Inter (finirà 4-2 per i neroazzurri).

Il Torino contro la Sampdoria
Il Torino contro la Sampdoria
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 13-11-2021


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06
15 giorni fa

Senza commentare altro, i rigori contro sono tre, due di djidji, se non erro, con lazio e venezia ed uno col napoli, parato poi da vania. Giusto per informazione corretta

T9
T9
15 giorni fa

Io ci vedo parecchia dietrologia in questo articolo. Ok, noi siamo a zero ma se la Juve è a 1, la Roma a 2 e soprattutto Lazio, Atalanta e Milan soltanto a 3 con il gioco offensivo che producono …. si staranno chiedendo la stessa cosa. Non so quanti rigori… Leggi il resto »

Praet si ferma in Nazionale ma resta col Belgio

Infortuni ma anche due gol: Millico sotto la lente del Toro