Si sono più volte scontrati sul tema della Superlega e sui fondi ma hanno portato a termine anche diverse trattative di mercato

Ci saranno anche Urbano Cairo e Andrea Agnelli sugli spalti dell’Olimpico Grande Torino ad assistere al derby, non saranno seduti l’uno accanto all’altro ma avranno certamente occasione di incontrarsi e salutarsi. Quello di domani sarà anche il loro derby, due presidenti molto diversi che negli ultimi anni si sono anche spesso scontrati su vari temi ma, quando ce n’è stata l’occasione, non hanno mai rinunciato alla possibilità di fare affari insieme. L’ultimo, in ordine di tempo, la scorsa estate quando Gleison Bremer è stato ceduto dal Torino alla Juventus al termine di una trattativa lampo, un vero e proprio blitz del club bianconero che ha superato l’offerta dell’Inter e ha facilmente convinto Cairo a cedere il difensore.

Cairo-Agnelli: gli scontri su Superlega e fondi

Eppure nei mesi precedenti i dissidi tra i due non erano mancati, in particolare su due fronti: la Superlega e l’ingresso dei fondi di investimento nella serie A. Cairo è stato il presidente di serie A che più si è opposto all’idea della Superlega, fortemente voluta proprio da Agnelli (oltre che da Florentino Perez), in tempi non sospetti ha più volte segnalato il pericolo e ha poi fortemente condannato la realizzazione di essa. E sulla questione fondi i toni non sono stati più leggeri: Cairo è ancora fortemente convinto che possano essere un bene per il calcio italiano, Agnelli contribuì a far saltare l’ingresso dei private equity che avrebbero dovuto gestire i diritti TV della serie A. Il motivo? Una clausola che impegnava le varie società a non aderire alla Superlega (di cui si iniziava a parlare). Il risultato furono miliardi persi da dividere tra le società di A. Amici e nemici in base a dove portano gli affari ma avversari domani, quando Cairo spera di poter festeggiare la vittoria di un derby per la seconda volta da quando è presidente del Torino.

Urbano Cairo e Andrea Agnelli
Urbano Cairo e Andrea Agnelli
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 14-10-2022


32 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
pupieleven
pupieleven
1 mese fa

Fa tenerezza vedere che c’è ancora gente,che insieme a Babbo Natale,crede anche alla rivalità accesa tra il nano di Masio e il monociglio gobbo,Rcs e Blackstone non gli hanno insegnato niente….

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
1 mese fa
Reply to  pupieleven

Fa più tenerezza vedere che c’è ancora gente,che insieme a Babbo Natale, crede anche alla spectre, agli alieni e al fato che gli zerotreini siano tifosi

pupieleven
pupieleven
1 mese fa

Sei da compatire,una vita a cantare sempre la stessa canzone piegato a 90,ma quando ti guardi allo specchio non ti vergogni un po’ per quello che sei e quello che rappresenti?

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
1 mese fa
Reply to  pupieleven

0.3eleven, se ad argomenti rimani sempre indietro, dare la colpa agli alri serve a poco. piuttosto cura il tuo QI che evidentemente non ti permette di discutere da persona normale

mavafancairo
mavafancairo
1 mese fa
Reply to  pupieleven

il maiale e l’ovino, un connubio sopraffino … lo capiscono tutti, tranne lo zerozerbino !

guidone
guidone
1 mese fa
Reply to  mavafancairo

oggi siamo un pò poeti..ermetici!!

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
1 mese fa
Reply to  guidone

più che ermetici, direi igno ranti.
Lo schema (poetico) utilizzato è pure sbagliato

10genà
10genà
1 mese fa

Eccoli! I Red e Toby di ‘sto gran catso! mavankulovah

dadde
dadde
1 mese fa

Tanto il pacco regalo è già pronto

Cosa è rimasto del Torino che ha dominato l’ultimo derby: mezza squadra è andata via

Senza Belotti il figlio di Bonucci non è più del Toro: “Al derby tifiamo tutti un’unica bandiera”