Il presidente del Torino, Urbano Cairo, dopo la vittoria con il Verona ha rilasciato alcune dichiarazioni a La Gazzetta dello Sport

È un Urbano Cairo soddisfatto quello che, dopo Verona-Torino, ha rilasciato alcune dichiarazioni a La Gazzetta dello Sport, il quotidiano di sua proprietà. “Stiamo vivendo un bel momento, adesso dobbiamo tutti crederci ed essere uniti perché dall’unione di tutte le componenti, ovvero la società, la squadra e i tifosi può nascere qualcosa di buono. Essere arrivati a questo punto, a due partite dalla fine, pienamente in pista per conquistare un posto in Europa, è una bella notizia. Certo, da qui alla fine avremo due partite impegnative, ma ora è tutto nelle nostre mani. È tutto aperto. La prima stagione con Juric abbiamo fatto 50 punti, lo scorso anno sono stati 53, adesso possiamo fare meglio come ci eravamo riproposti: diamoci tutti dentro” ha schiarato Cairo.

Cairo: “Contento che Juric abbia dato fiducia a Savva e Dellavalle”

Il presidente del Torino si è poi soffermato sull’esordio di Savva (autore anche del primo gol granata) e di Dellavalle: “In generale, quella di Verona non è stata una partita bella ma quando siamo andati sotto, siamo riusciti a ribaltarla con il contributo di tutti, anche di questi due nostri giovani che hanno dimostrato di avere molta voglia, un grande spirito e tanto impegno. Io sono molto contento dell’esordio sia di Savva che di Dellavalle. Mi fa molto piacere che dopo molti allenamenti con la prima squadra, mister Juric abbia dato loro fiducia”.

Urbano Cairo
Urbano Cairo
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 13-05-2024


57 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
guido 75
guido 75
9 giorni fa

Cairo ciao ciao pezzo di mer da

Fandango
9 giorni fa

Tanti pezzi di mer.. uniti che fanno un grosso stro. zo.

natali giancarlo
natali giancarlo
9 giorni fa

Dichiarazioni da “premio pulitzer”dell’ipocrisia eletta a sistema.

Mima lo schianto di un aereo, il Verona: “Azioni per identificarlo e allontanarlo”

Torino, vittoria in rimonta dopo due anni: non accadeva da maggio 2022