Cairo: "La contestazione è uno stimolo in più" - Toro.it

Cairo: “La contestazione è uno stimolo in più”

di Redazione - 31 Agosto 2020

Cairo ha fatto un bilancio dei primi quindici anni: “Bilancio positivo, lascio solo a chi potrà fare meglio di me. Il tifo? A volte ha componenti irrazionali”

Intervistato da Repubblica, il presidente Cairo ha ribadito come già di recente di non voler rimanere a vita ma di avere però l’intenzione di lasciare solo a chi potrà fare meglio. “Sono molto legato al Toro ma non voglio restare a vita, ma quando lascerò, lo cederò a chi potrà fare meglio di me”, ha detto il presidente Cairo. A quindici anni da quell’estate del 2005, quella che lo portò alla guida del Toro, il patron granata ha voluto poi ricordare quei momenti. “Ricordo la frenesia: tante cose da fare in poco tempo. Dormivo tre ore per notte, fu l’emozione più intensa della mia vita”.

Cairo: “Bilancio positivo”

Sulla contestazione: “Mi spiace molto, il tifo talvolta ha componenti irrazionali. I primi tre anni fu amore assoluto, poi ci fu la contestazione, poi di nuovo l’amore che va e torna. Non mi demoralizzo, è uno stimolo in più“.

“Il bilancio? Sono contento, ma non soddisfatto al 100%. La partenza bruciante con la promozione in A andò oltre le aspettative. Quando ti sopravvaluti però paghi e noi vivemmo un periodo buio: tre anni di A senza infamia né lode, e poi la B annaspando per lo shock. Però, dal nostro ritorno in A, abbiamo fatto ciò che ci chiedono i tifosi: restituire onore al Toro, tornare stabilmente sulla sinistra della classifica, rifare il Filadelfia. Se è rinato mi prendo parte dei meriti: i tifosi lo volevano da 20 anni, ora c’è“.

Cairo: “Toro più forte? Quello con Cerci e Immobile”

“L’emozione più forte? Il primo anno. La delusione invece la retrocessione, fu un dolore incredibile. E poi anche l’ultimo campionato”. Sul Toro più forte da lui allestito: “Quello di Immobile e Cerci, nel 2013/14. E poi quest’anno, anche se non si è visto. A livello di spettacolo, mi piaceva anche quello di Mihajlovic: sbilanciato ma divertiva”.

Sull’allenatore dei 15 anni, Giampaolo escluso: “Con Ventura si creò un grande rapporto anche personale. Adesso ho ottime sensazioni su Giampaolo, diamogli tempo”. E sui giocatori: “Darmian e Ogbonna. Con alcuni mi sento ancora, come Vives. Sono uomini che stimo molto, anche fuori dal campo. Gli investimenti di cui vado fiero? Cerci ci fece fare il salto di qualità, e poi ovviamente Belotti. Lo volli fortemente nel 2015 e ci ha dato grandi risultati”.
Infine sul regalo più bello che gli piacerebbe ricevere per i 15 anni: “Mi piacerebbe ricevere una valutazione serena, senza pregiudizi di questi quindici anni. Riconoscendo i meriti e le cose negative. Di certo, in questi anni, il Toro ha fatto un passo avanti rispetto al decennio precedente”.

Urbano Cairo, presidente del Torino

92 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
2 mesi fa

come si può notare sotto, c’è la tendenza a sminuire sempre quelli che non seguono una certa direzione su Toronews.net la presenza di 0.3ini è piuttosto scarsina? ininfluente? diventa il sito di cairo, o per gli essserini, gnu gnu io parlo di commenti e insultini asileschi non a caso. basta… Leggi il resto »

Last edited 2 mesi fa by GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
Mondo
Mondo
2 mesi fa

Cairo gode tanto quando tu li fai rimming… Leccakubo

Pedric
Pedric
2 mesi fa

Tutto gnu gnu minuto per minuto.
Conduce in studio: GD.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
2 mesi fa

nel frattempo, aggiornamento: Leojunior – “… se già a priori hai deciso che faremo schifo, sono affari tuoi. Io però di tifosi come te mi sono anche un po rotto. Vai a tifare la CCCiuventuz e vedrai che avrai le tue soddisfazioni. Mi piace: +85 / Non mi piace: -7 marione –… Leggi il resto »