Urbano Cairo all’Ansa ha parlato degli emendamenti per la rateizzazione dei debiti tributari e dei diritti televisivi

All’Ansa, il presidente del Torino, Urbano Cairo, ha parlato degli emendamenti per la rateizzazione dei debiti tributari promossa dal presidente della Lazio, nonché senatore, Claudio Lotito: “Premesso che come molti sanno spesso mi capita di non essere d’accordo con Lotito, stavolta la pensiamo alla stessa maniera. La situazione è sotto gli occhi di tutti: il nostro è un mondo che vive da tempo difficoltà, molto aggravate negli ultimi anni dalla pandemia. Certo, sono stati fatti sbagli, ma errori di gestione se ne fanno anche in altri settori della società, che pure ricevono aiuti rilevanti dallo stato: penso al tax credit per il cinema, ad esempio”.

Cairo: “Diritti TV? Modifichiamo la legge Melandri”

Poi sui diritti TV: “Il discorso della rateizzazione fiscale per le società, che non è a fondo perduto come i tax credit ma una semplice dilazione, ha un senso, tra l’altro, anche come sostegno ad un comparto che contribuisce in larga parte al mantenimento degli altri sport. Quanto all’idea di modificare la legge Melandri e prolungare da tre a cinque anni la durata dei diritti tv, non è certo un assist a un’emittente tv o un’altra. Qualsiasi persona di buon senso capisce che è una sacrosanta opportunità per chi investe di ottenere un guadagno grazie alla continuità del progetto. E di conseguenza consente a chi vende di ottenere di più. Mi pare elementare da capire, e se non sbaglio funziona così anche all’estero. In Spagna, ad esempio, dove i diritti tv li valorizzano bene, gli anni di durata sono appunto cinque e sei per quelli internazionali”.

Urbano Cairo
Urbano Cairo
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 04-12-2022


48 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
direibene18
direibene18
1 mese fa

……. Sempre contro il TORO sei , almeno in questo sei coerente.
Liberaci.

mavafancairo
mavafancairo
1 mese fa

durante la festa organizzata alla Rinascente per il 116esimo compleanno del Torino, facendo un bilancio della sua gestione: “Il rammarico della mia gestione è aver perso troppi derby. Ma non siamo stati nemmeno troppo fortunati, perché alcuni, tra vittorie e pareggi, sono spesso sfumati all’ultimo secondo“.  jajajajajajajajajajajajjajajajajajajajajajjajajajajajjajajajjajajajjajajajjajajaja in un mondo… Leggi il resto »

toro e basta
toro e basta
1 mese fa
Reply to  mavafancairo

La festa per il Toro alla Rinascente?
Ma che tristezza

Andreas
Andreas
1 mese fa

Aumentare la già esistente Rateizzazione fiscale non è la soluzione; è una panacea dell’immediato. Meglio andare a monte e cercare di non indebitarsi così vergognosamente. Le energie da utilizzare per un cambiamento vanno indirizzate diametralmente all’opposto

T9
T9
1 mese fa
Reply to  Andreas

Ben detto. Qui invece si ragiona dicendo che siamo una squadra di calcio e che il risultato debba prescindere dal bilancio. Mi piacerebbe che ci fosse l’azionariato popolare totale per ogni club professionistico dove dovrebbero essere i tifosi e solo loro a gestire i conti ed eventualmente metterci i soldini… Leggi il resto »

mavafancairo
mavafancairo
1 mese fa
Reply to  T9

magari ! l’imposizione normativa di un azionariato diffuso sarebbe una delle forme per riportare al centro del calcio i tifosi e per togliere spazio di manovra a squallidi ed autoreferenziali affaristi come il tuo paperonzolo, Lotito e compagnia bella, che considerano i tifosi solo dei clienti e li perculano in… Leggi il resto »

T9
T9
1 mese fa
Reply to  mavafancairo

Su 400 mila tifosi quanti ne stimiamo interessati? Il 10%? facciamo il 20%, ok, vada per il 20% quindi 80 mila. 150 milioni per comprare la società + 50 milioni per il mercato = 200 milioni / 80 mila tifosi = 2500 euro a testa di media. Poi, dato che… Leggi il resto »

toro e basta
toro e basta
1 mese fa
Reply to  T9

Magari i gobbi avessero avuto uno come te a tenere i bilanci….

T9
T9
1 mese fa
Reply to  toro e basta

Se vuoi l’azionariato popolare quelle sono più o meno le cifre che ognuno dovrebbe sborsare.

In alternativa ci sono le chiacchiere di chi fa sarcasmo sui numeri come te. I numeri non sono di parte, non sono né cairoti né zerotreini. Cresci

Milinkovic-Savic, amarezza Mondiale: poche colpe sui gol ma difesa da incubo

Torino-Aina: senza rinnovo il club valuta le offerte già a gennaio