Ecco il meglio e il peggio della sfida di domenica pomeriggio al Bentegodi di Verona tra Chievo e Torino: Mazzarri tira fuori dal cilindro i cambi giusti

In casa del Chievo Verona il Torino di Walter Mazzarri trova i primi tre punti in trasferta in zona cesarini. I cambi azzeccati del mister toscano permettono a Zaza di battere Sorrentino e fare così il primo gol in maglia granata. Si vede finalmente in campo – anche se solo nei minuti finali – il tridente dei sogni dei tifosi del Toro: Zaza, Falque e Belotti. Anche questo weekend il primo tempo della sfida contro i veneti ha fatto soffrire l’attacco granata non ancora in grado di segnare. Tegola De Silvestri che dopo aver recuperato dalla sfida di Bergamo si infortuna di nuovo.

Chievo-Torino, i Top della partita

Il primo gol di Zaza. Alla fine è riuscito a sbloccarsi: l’uomo più atteso, dopo Belotti, è riuscito a trovare alla settima giornata la via del gol. Simone Zaza è riuscito a mettere la zampata vincente quasi allo scadere, facendo così ottenere alla brigata di mister Mazzarri la tanto attesa vittoria.

Sostituzioni giuste ed al momento giusto. Walter Mazzarri vince anche la partita dei cambi contro il suo rivale Lorenzo D’Anna. L’infortunio di De Silvestri costringe l’allenatore del Toro ad effettuare un cambio obbligato e inserisce così Alex Berenguer, che diventerà l’assist-man per Zaza per il gol vittoria. L’ingresso in campo di Zaza è ovviamente la carta vincente nel mazzo dell’allenatore, che nei minuti finali di gara – con l’ingresso di Iago Falque – regala al pubblico di fede granata anche la visione del tridente d’attacco tanto agognato: Zaza-Falque-Belotti.

Prima affermazione in trasferta. La vittoria in quel di Verona significa anche per il Torino aver superato l’ostacolo delle trasferte. Sono infatti i primi tre punti fuori dalle mura amiche dell’Olimpico; amiche per modo di dire: dei nove punti collezionati dal Toro sin qui, sei i ragazzi di Mazzarri li hanno ottenuti in trasferta e solamente tre in casa.

Chievo-Torino, i Flop della partita

Primi 45′ un’altra agonia. Evidentemente il carburante del Torino per questa stagione è il diesel, altrimenti non si spiega la solita partenza molle e fiacca che accompagna le azioni della compagine granata nei primi tempi delle partite giocate. Il Chievo ha giocato col coltello tra i denti schiacciando i ragazzi di Mazzarri nel tentativo di passare subito in vantaggio, ma la difesa ospite ha retto bene l’urto. Per evitare di vedere ancora primi tempi del genere il mister dovrà lavorare più sull’aspetto mentale e l’impatto con le avversarie nei primi minuti.

De Silvestri ancora out. Per la seconda partita consecutiva Lorenzo De Silvestri esce dal campo infortunato. Dopo il primo k.o. di Udine e il riposo contro il Napoli, ritorna nella trasferta di Bergamo ma si fa di nuovo male e viene sostituito. Domenica contro il Chievo riesce a recuperare e Mazzarri lo schiera dal primo minuto, ma anche qui come da copione: infortunio e sostituzione – con Berenguer che alla fine fa l’assist a Zaza. I tifosi sperano di vedere in forma, definitivamente una volta per tutte, De Silvestri.


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Troposfera Granata
Troposfera Granata
3 anni fa

Avere i cambi giusti BUONO

Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
3 anni fa

Per quanto visto : Top il risultato, Flop: 60 minuti circa di non gioco.
Contro una squadra (con tutto rispetto per il Chievo) di caratura inferiore.

Lyanco in campo nove mesi dopo: ossigeno e fiducia con la Primavera

Torino-Frosinone, biglietti in vendita: curve a 20 euro