De Silvestri: “Mando un abbraccio a Mihajlovic. Europa? Non mi sento ripescato”

di Ivana Crocifisso - 13 Luglio 2019

Dal ritiro del Torino a Bormio, Lorenzo De Silvestri racconta il momento della squadra che lavora per l’Europa League

nostro inviato a Bormio A quasi una settimana dal ritiro di Bormio, Lorenzo De Silvestri fa il punto sulla squadra pronta ad affrontare, il prossimo 25 luglio ad Alessandria, una tra Debrecen e Kukesi. “Prima di tutto vorrei fare un pensiero per Sinisa, sapete il legame che ho con lui. Gli mando un abbraccio. Per me è difficile parlare perché è una cosa delicata. Gli mando un abbraccio e un in bocca al lupo per fargli sentire la mia vicinanza e la mia forza”.

De Silvestri: “Quando ho saputo che l’Europa era reale ho gioito”

De Silvestri ha parlato del ritiro: “E’ un ritiro molto diverso rispetto al passato, lo staff sta lavorando per farci trovare pronti per la prima partita di Europa League E’ la prima volta che faccio un ritiro così, nel lavoro che stiamo facendo riusciremo a trovare le energien necessarie per affrontare una partita del genere. Abbiamo visto la partita di andata di Debrecen-Kukesi, abbiamo visto come giocano. L’Europa League è cresciuta molto come livello, già la prima è una partita vera non è un preliminare. Dobbiamo essere molto concentrati su quello che facciamo, sarebbe bello andare avanti. E’ un’opportunità per noi. Quest’Europa la vedo come pun premio per la scorsa stagione, dove abbiamo dato tutti anche quando in pochi ci credevano. Noi soprattutto nella seconda parte del campionato abbiamo cavalcato l’onda. Ora il nostro obiettivo è superare il turno”.

Sull’Europa League: “Quando ho saputo che l’Europa era reale ho gioito. So cosa abbiamo passato la scorsa stagione, abbiamo fatto il record di punti, battuto squadre importanti: quando ho saputo della decisione del Tas ho gioito. Ripescati? Non mi piace neanche questa parola, noi meritiamo di essere dove siamo. Credo che il Torino sia anche un esempio di come le cose vadano fatte, sono orgoglioso di questa società”.

Poi sulle vacanze: “La vacanza è importante, è molto importante staccare un po’ la testa dal calcio. Io però ho un tipo di fisico un po’ particolare, mi sono un po’ allenato ma ho anche staccato un po’ la testa”.

“La nostra qualità è che siamo un gruppo che si conosce da tanto, io potrò aiutare in campo europeo perché ho qualche partita alle spalle. So che conta molto l’aspetto fisico”.

De Silvestri: “Sarei contento di rinnovare”

“Belotti mi ha stupito l’anno scorso per come ha interpretato determinate le partite, lui non ha bisogno di esperienza europeo, è uno che interpreta le partite in un determinato modo”.

“Noi abbiamo il nostro tipo di gioco, abbiamo le nostre certezze. Sono molto contento che il gruppo sia stato mantenuto, questo è un valore aggiunto”.

Infine, De Silvestri ha parlato del suo contratto: “Sono in scadenza, sarà ben contento di rinnovare il mio contratto con il Toro. Con il presidente ho un rapporto genuino, ci sarà però tempo per parlare del contratto”.

più nuovi più vecchi
Notificami
Ultrà
Utente
Ultrà

Angelo62, le regole vanno rispettate per carità…come è un dato di fatto incontrovertibile che col girone di ritorno disputato noi avremmo dovuto essere in CL (che in un campionato di mer*a come quello attuale italiano avremmo svoltato anche solo per i diritti tv)…altro che preliminari El con Deprecen ad Alessandria….come… Leggi il resto »

angelo62
Utente
angelo62

Non ho detto che non rispetto la tua opinione, ma che non la condivido. Se si gioca e ci sono delle regole, mi aspetto che queste vengano rispettate, se non il gioco non è onesto e ne posso essere penalizzato

Ultrà
Utente
Ultrà

ci mancherebbe non voglio convincere nessuno…Il Milan non ha rispettato le regole…Noi siamo stati ripescati…sono dati di fatto! Come mi incaz*o quando i Gobbi cercano (invano) in tutti i modi il riconoscimento dello Scudetto 2006, così non sopporto che per il nostro ripescaggio si faccia appello all’intervento divino o si… Leggi il resto »

angelo62
Utente
angelo62

quello che tu hai detto è lo specchio di questo paese: i condannati che rifiutano le sentenze. Io non mi sento ripescato, mi sento defraudato. Se io fossi proproietario di qualsiasi azienda privata con un deficit come il milan sarei fallito. Invece in questo paese le leggi ci sono ma… Leggi il resto »

Charlie66
Utente
Charlie66

Grande Lollo

angelo62
Utente
angelo62

Quello che è difficile far passare in questo paese è che le regole vanno rispettate. Sarebbe come vincere il tour usando il motorino. Purtroppo capita raramente e i risultati si vedono.

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Le regole non sono state rispettate, il Milan è stato estromesso dalla competizione e il Torino FC ripescato.
Non vedo cosa ci sia di inesatto?
Mah, a volte pare che si voglia santificare il padreterno.

angelo62
Utente
angelo62

Nessuno vuole santificare nulla. Mi sono solo stufato di sentirmi dare del babbeo perchè sono abituato a fare le cose rispettando le regole in un paese dove vengono santificati, questo si, furbi e raccomandati. Punto

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Guarda che per me è un babbeo chi non ritiene di essere stato ripescato, nella fattispecie DeSi estendibile a chi vuoi tu.
Se mi dici, invece, dove leggi che avrei dati del babbeo a chi rispetta le regole magari ci capiamo.

angelo62
Utente
angelo62

permettimi: se siamo stati ripescati è perchè qualcuno NON ha rispettato le regole, quindi stiamo parlando della stessa cosa. Ti faccio una domanda: se tu nella vita reale fossi il proprietario di qualsiasi azienda con un deficit come il milan, che fine pensi faresti?

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Guarda che a me è chiaro che il Milan ha barato e il Torino FC è stato, quindi, come (quasi) tutte le altre, “truffato”.
Ti dirò di più, mentre la squadra di cairo è stata ripescata per le altre della serie A non c’è stata alcuna forma di risarcimento.