Fiorentina-Torino, giovani talenti crescono: Barreca sfida Chiesa

Fiorentina-Torino, giovani talenti crescono: Barreca sfida Chiesa

di Giulia Abbate - 27 Febbraio 2017

Il duello di Fiorentina-Torino / Barreca è una delle note iù liete del campionato granata, Chiesa ha conquistato Sousa e la Fiorentina

Sono Antonio Barreca e Federico Chiesa i protagonisti del duello di questa settimana per la sfida tra Fiorentina e Torino. Due dei giovani più promettenti nel panorama calcistico italiano, risorse fondamentali per le proprie formazioni e, in prospettiva, anche per la Nazionale. Due giocatori che questa sera possono e devono fare la differenza in un match dal valore elevatissimo per entrambe le formazioni, chiamate a vincere per ridare una scossa ad un campionato lontano dalle aspettative iniziali.

Antonio Barreca. Sul giovane terzino granata molto è stato detto. Il suo esordio da titolare dopo l’infortunio di Molinaro lo ha lanciato ad alti livelli in maniera del tutto inaspettata ma il giovane granata si è fatto trovare più che pronto, stupendo tutti dai tifosi allo stesso Mihajlovic e diventando in poco tempo una delle note più liete di questa stagione. Un ottima tecnica, qualche ingenuità, fisiologica vista la poca esperienza e la giovane età, ma soprattutto una personalità e una convinzione da veterano. Insomma un giovane di grande spessore e dalle enormi prospettive future che ha potuto finalmente giocarsi le sue carte anche in Nazionale durante lo stage a Coverciano. Una chiamata, quella del ct Ventura che non può che esaltare il terzino, dandogli quella scossa che questa sera potrebbe portarlo a trascinare tutto il gruppo verso un risultato importante: una vittoria contro la Fiorentina sarebbe la cura migliore per un Toro spento e a tratti demotivato ma ancora in grado di dire la sua. Un Barreca in grande condizione sarebbe lo stimolo perfetto per rimettersi in carreggiata.

Federico Chiesa. Quando si dice crescere a pane e calcio. Figlio d’arte, classe 97, il giovanissimo attaccante viola è un vero e proprio talento del nostro campionato. Cresciuto nelle giovanili viola ma esploso solo nella Primavera, ci ha messo poco a farsi notare da Sousa e, un po’ a sorpresa esattamente come il suo rivale al Toro, a conquistarsi una maglia da titolare. Buona tecnica, capacità di arrivare su ogni pallone, determinazione in fase offensiva ma precisione anche in fase di interdizione, in grado di incidere anche fisicamente pur non essendo un gigante e un passato da “figlio di” che si è definitivamente scrollato di dosso. Questo è Chiesa jr. L’ombra ingombrante di papà Enrico pesa, certo, ma Federico non ha faticato a ritagliarsi il giusto spazio nella formazione di Paulo Sousa, diventando una delle pedine più concrete e promettenti della formazione toscana. Un esordio in grande, tra le grandi del nostro campionato, la fiducia del tecnico che di certo non se ne priverà nemmeno questa sera, le lacrime al primo gol in Serie A con la maglia della Fiorentina e un futuro tutto da scrivere, magari anche con la maglia Azzurra, proprio come Barreca.

4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Toroloco72
Toroloco72
3 anni fa

Ottimo in attacco, con diversi cross al bacio per gli attaccanti ma parecchio carente in fase difensiva. Speriamo che la cura Miahailovic lo faccia migliorare anche in quel senso ahhahh

McKenzie
McKenzie
3 anni fa

Barreca si è trovato titolare per una serie di circostanze ed è stato bravo ad approfittarne. Ricordiamoci che è stato riscattato all’ultimo secondo, basterebbe questo per valutare la situazione. In senso generale, sono estremamente deluso da come questo Mister, il suo staff e la Società hanno lavorato con i nostri… Leggi il resto »

kieft
kieft
3 anni fa
Reply to  McKenzie

GLI ANNI SCORSI NON VENIVANO NEANCHE PRESI IN CONSIDERAZIONE, ALMENO QUEST’ANNO QUALCOSA SI VEDE!

Mimmo75
Mimmo75
3 anni fa

Chiesa terzino? Dotato di fisicità da vendere?……senza parole….