Fiorentina-Torino, i Top e Flop: bene Baselli ma i granata sbagliano atteggiamento - Toro.it

Fiorentina-Torino, i Top e Flop: bene Baselli ma i granata sbagliano atteggiamento

di Giulia Abbate - 1 Aprile 2019

I Top e Flop di Fiorentina-Torino / Il Toro riesce a rimontare dopo il vantaggio viola spinto dai suoi tanti tifosi ma l’atteggiamento è da rivedere

Al Franchi, Fiorentina-Torino sarebbe dovuta essere l’occasione per i granata per reagire al meglio dopo il brutto KO contro il Bologna. Occasione sfruttata solo in parte dalla formazione ospite. Certo contro la Fiorentina non ha perso ma l’approccio non è stato di certo dei migliori e il pareggio, seppur conquistato in rimonta grazie ad un gran gol di Baselli, non può bastare. Chi ha vinto, invece, sono indubbiamente i tifosi granata accorsi in massa al Franchi per sostenere la formazione di Mazzarri. Ecco dunque cosa è andato bene e cosa, al contrario, non ha soddisfatto nella trasferta del Toro in casa della Fiorentina.

Fiorentina-Torino 1-1: i top

Il gol di Baselli. Quando è in giornata, Daniele Baselli dimostra di poter davvero fare la differenza. E contro la viola la fa eccome: il destro che si infila nel sette è un capolavoro che regala al Toro il pareggio in una giornata che sarebbe potuta essere molto più amara. Al Toro serve anche questo Baselli.

I tifosi al Franchi.Sembrava di giocare in casa” dirà Mazzarri in conferenza stampa dopo la fine della partita tra Fiorentina e Torino. Sì, perchè se il Toro esce dal Franchi con un solo punto in tasca, chi ha vinto a mani basse sono i tantissimi tifosi accorsi a Firenze per sostenere i granata. Una dimostrazione di affetto e fiducia che il Toro dovrà ripagare a suon di risultati.

Fiorentina-Torino 1-1: i flop

L’atteggiamento del Toro. Dopo la brutta prestazione contro il Bologna, con la viola ci si attendeva una reazione soprattutto di carattere. Reazione che, tuttavia, non si è vista o, almeno, la si è solo parzialmente intravista. Alla Fiorentina sono bastati appena 7 minuti per creare più di un’occasione da gol e trovare il vantaggio. Segno che qualcosa, nell’atteggiamento dei granata, continua a non funzionare e a confermarlo è lo stesso Mazzarri: “Uno dei motivi per cui dico che non è mi è piaciuta la partita è proprio come si è iniziata, ci eravamo detti delle cose e poi siamo partiti così“.

La prestazione di Zaza. L’infortunio di Falque gli ha offerto sul piatto d’argento la possibilità di mettere la parola fine alle tante critiche che gli sono piovute addosso nelle passate settimane. E invece ancora una volta Zaza si fa notare più per gli errori e i palloni persi che per la concretezza che dovrebbe avere un attaccante. La voglia e l’impegno, l’abbiamo detto più volte, non si discutono ma al Toro non bastano: servono i risultati, serve il vero Zaza che ancora non si è visto.

La difesa. Si è sentita, l’assenza di Nkoulou: si è sentita e non poco in campo dove la difesa granata è stata tutto fuorché impeccabile con Izzo costretto a stringere i denti e un Djidji apparso come un pesce fuor d’acqua. In 7 minuti Sirigu è costretto prima al miracolo e poi a raccogliere la palla in rete senza poter far nulla. E la musica non cambia nel corso di tutto il match: i granata non impensieriscono in avanti ma soprattutto si fanno spesso trovare in affanno in difesa, sorpresa ad ogni tentativo della viola.

più nuovi più vecchi
Notificami
Matteo1
Utente
Matteo1

Posso capire che il tecnico precedente avesse delle sode, diciamo così, ragioni per arretrare Baselli a mediano di rottura, niente di meno, ma che il tecnico attuale non si renda conto che, col gioco attuale, Baselli deve giocare almeno venti metri più avanti è un mistero fitto. A questo punto… Leggi il resto »

gip
Utente
gip

tutti gli altri allenatori l’hanno capito:
15 minuti di attacco forsernnato, un paio di falli su Belotti e il TORO è KO

ColorG
Utente
ColorG

Buongiorno gip Lo avranno pur capito, ma evidentemente la cosa non è così semplice come la poni tu. Scivolone a parte con il Bologna, è da un po’ che gli altri allenatori non trovano il modo di mandarci KO. Pur se si chiamavano Gasperini, Ancelotti e Spalletti, a capo di… Leggi il resto »

michelebrillada
Utente
michelebrillada

zaza non è un calciatore da serie a e nemmeno da serie b forse in promozione farebbe la panchina ma dove vogliamo andare con mazzarri che sa solo chiudere le porte la filadelfia?siamo da salvezza senza gioco senza schemi senza velocità senza corsa ,ma lameno a questo punto facciamo giocare… Leggi il resto »