Fiorentina, la presentazione dell'avversaria del Torino per la Serie A 20/21

Fiorentina: dal ritorno di Borja Valero al recupero di Ribery, ecco l’avversaria del Toro

di Giulia Abbate - 16 Settembre 2020

La presentazione dell’avversaria / Sarà la Fiorentina di Iachini il primo ostacolo per i granata: ecco come arriva la Viola alla prima di campionato

Sarà Fiorentina-Torino ad aprire le danze nella Serie A 2020/2021. A poco più di un mese dalla fine della scorsa stagione, infatti, tra appena tre giorni i riflettori torneranno ad accendersi sul massimo campionato italiano che che partirà all’insegna degli stadi ancora vuoti, privi del pubblico sugli spalti, e delle tante norme anticontagio che stanno condizionando la vita e il lavoro delle società. Ma bando alle ciance: tra una voce di mercato e l’altra, adesso per i giocatori il discorso comincia a farsi serio e per Torino e Fiorentina, entrambe reduci da una stagione lontana dalle aspettative iniziali, cominciare con il piede giusto sarà fondamentale. Vediamo dunque come si presenteranno i viola, primi avversari della formazione di Giampaolo.

Fiorentina, per Iachini pochi stravolgimenti

Dopo il 10° posto conquistato lo scorso campionato, per Giuseppe Iachini sta per iniziare la sua seconda stagione in maglia viola. La prima ufficiale, se così vogliamo dire, dopo il suo arrivo a fine 2019 al posto dell’esonerato Vincenzo Montella. Un arrivo che per i viola ha significato un netto cambio di marcia: salvezza conquistata con largo anticipo e una conferma, quella arrivata per “bocca” della società, giunta al tecnico dopo la vittoria per 4-0 sul Bologna. Quello, però, era un vecchio capitolo. Adesso bisogna voltare pagina e ripartire e per farlo, almeno inizialmente, il tecnico si affiderà quasi certamente ad una formazione non troppo differente da quella vista in campo fino al mese scorso.

Queste, almeno, le sensazioni che sono arrivate dalle amichevoli estive dove i viola hanno ben figurato regalando a Iachini e ai tifosi segnali importanti. Il margine di crescita, indubbiamente, è ancora tanto ma se il buon giorno si vede dal mattino quella che affronterà il Toro di Giampaolo è già una formazione più che solida e con un’idea precisa di cosa chiede il tecnico.

Amrabat squalificato, i viola ritrovano Borja Valero e Ribery

Parlando dei singoli, Iachini dovrebbe optare ancora per un 3-5-2 con Dragowski, completamente recuperato, in porta e il terzetto Caceres-Milenkovic-Pezzella a fare da muro difensivo. Una retroguardia che ha già dato prova di affidabilità nelle scorse uscite amichevoli ma che ora è chiamata all’esame Seire A. Per quanto riguarda il centrocampo, invece, a pesare sarà soprattutto l‘assenza di Amrabat che deve ancora scontare una giornata di squalifica mentre difficilmente potrà partire titolare Pulgar: la positività al Covid ne ha compromesso la preparazione iniziale e le due settimane di stop non gli permetteranno, molto probabilmente, di esordire dal primo minuto in questo nuovo campionato.

Al centro, dunque, Iachini potrebbe lanciare da subito il neoacquisto Bonaventura, insieme a Duncan e soprattutto al pupillo Castrovilli che dovrà portare sulle spalle il peso della maglia numero 10. Ma non finisce qui: la Fiorentina, infatti, potrà contare sul rientro di un centrocampista che proprio con la maglia dei toscani si è guadagnato la ribalta: Borja Valero. Un ritorno accolto a braccia aperte non solo dalla società ma anche e soprattutto dai tifosi che alla cancellata del Franchi hanno affisso uno striscione che poco spazio lascia a dubbi e perplessità: “Firenze rispetta e onora ogni uomo vero. Bentornato Borja Valero“. Infine, se di ritorni si parla, in Toscana non può non spiccare quello di Ribery. Un recupero, più che un vero e proprio ritorno: dopo una stagione caratterizzata dalle difficoltà date dall’arrivo a stagione in corso e dai tanti infortuni (quello alla caviglia il più grave) quest’anno il fuoriclasse si presenta come uno degli “acquisti” più importanti. Dopo aver recuperato dal problema fisico che lo ha costretto ai box nelle ultime due sfide dello scorso campionato e aver svolto tutta la preparazione con i compagni, Ribery è pronto a caricarsi sulle spalle la squadra fin da subito: la Fiorentina esulta, il Toro è avvisato.

 

Ribery
Franck Ribery, attaccante della Fiorentina

9 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President)
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President)
5 giorni fa

Parola al campo.
Poi potremo cominciare a parlare e magari litigare qui, al nostro bar virtuale.
Personalmente sarei felice se uscissimo indenni, ma forse sono solo un vecchio pessimista.

pen-nina
pen-nina
5 giorni fa

firenze è difficile per tutti, un punto sarebbe un successone…

Cairoforever ( Rob 62 )
Cairoforever ( Rob 62 )
5 giorni fa

Ciao, se esci indenne ti tocca Rincon regista tutto il campionato.

Alberto Fava ( Gigi Marengo for President)
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President)
5 giorni fa

Ciao 🤣🤣🤣🤣🤣

andrepinga
andrepinga
5 giorni fa

il confronto da centrocampo in su e’ imbarazzante.

odix77
odix77
5 giorni fa
Reply to  andrepinga

mah….castrovilli duncan e bonaventura che qui sul sito era schifat.o ed io invece avrei preso….. borja valero che io avrei preso che qui era vecchio e bollito come biglia….. la difesa poi non ne parliamo…sto squadrone non lo vedo…. certo spicca ribeey niente da dire….

andrepinga
andrepinga
5 giorni fa
Reply to  odix77

e chiesa?

Fabio (febius6)
Fabio (febius6)
5 giorni fa
Reply to  odix77

Si infatti…molto meglio il nostro centrocampo con la tecnica del regista Rincon, le cavalcate di Meite, gli inserimenti di Linetty, la visione di gioco di Lukic…peccato solo per l’assenza del nostro leader Baselli…ma consola almeno la presenza di Segre…

Vanni(CAIROVATTENE)
Vanni(CAIROVATTENE)
5 giorni fa
Reply to  odix77

Avercene a questa cairese di tanti Bonaventura. Ma questi giocatori da noi arriverebbero tra 2 o 3 anni. Ora sarebbero improponibili. Che schifo di società.