Gattuso, se il Torino esonera Mazzarri è lui il primo nome

Toro-Juve, Gattuso spettatore interessato: Mazzarri si gioca tutto nel derby

di Francesco Vittonetto - 1 Novembre 2019

Cairo rassicura, ma il futuro di Mazzarri è in bilico. Segnali nel derby, altrimenti si cambia. E in pole c’è Gattuso

Le rassicurazioni di Urbano Cairo hanno cambiato di luogo ma non di sostanza. Il presidente granata ha parlato al “Grande Torino”, dopo la sfida contro il Cagliari, come poi all’Olimpico di Roma dopo la disfatta contro la Lazio: Mazzarri non è in discussione”. O, ancor meglio, è l’unico a non esserlo. Eppure, al di là delle uscite pubbliche, la dirigenza granata – patron in testa – stanno compiendo in queste ore alcune riflessioni. Anche sulla guida tecnica, che nei fatti tanto salda non lo è più. Di esonero al momento non si parla. Un nome, invece, è giusto spenderlo: perché, qualora si dovesse alla fine propendere per un avvicendamento in panchina, il profilo che gode di maggior favore è quello di Gennaro Gattuso.

Mazzarri, il derby può decidere il suo futuro

L’ex tecnico del Milan è più di una semplice possibilità tra le tante che si farebbero largo all’indomani di un addio anticipato di Walter Mazzarri. Addio che, lo ripetiamo, non è imminente ma potrebbe diventare un’opzione se nel derby contro la Juventus di sabato non dovessero arrivare i segnali che Cairo si attende dopo il ritiro che ha imposto, d’accordo con lo staff tecnico, per ricompattare il gruppo in vista della stracittadina.

Tradotto: una sconfitta, specie se brutta quanto lo è stata quella del turno infrasettimanale, sarebbe mal digerita dal presidente. Che a quel punto potrebbe scegliere di cambiare.

Gattuso, per il Torino è il primo nome

Gattuso ha chiuso lo scorso maggio il rapporto che lo legava al Milan, club con il quale aveva appena mancato di un soffio la Champions League al termine di un campionato vissuto tra mille difficoltà. Sondato senza successo da Sampdoria e Genoa, l’allenatore di Corigliano Calabro resta in attesa della chiamata giusta.

Ancora da Torino non sono arrivati affondi. Solo dopo il derby (e a determinate condizioni) Cairo valuterà se lanciarli. Il futuro di Mazzarri, insomma, è in bilico: anche questo è da tenere in considerazione per raccontare un derby che vale tanto. Forse tutto, per qualcuno.

più nuovi più vecchi
Notificami
Granata_da_Legare
Utente
Granata_da_Legare

Non so se Gattuso sia la persona giusta al momento…certo peggio di cosí é difficile fare, ma da dopo il derby cominciano le sfide salvezza

AT72
Utente
AT72

Donadoni e non Gattuso.

Duca23
Utente
Duca23

Donadoni allena in Cina, Shenzen.

LeovegildoJunior
Utente
LeovegildoJunior

A me sembra che il “se” non ci sia proprio. Nel senso che non si tratta di stabilire “se” perderemo il derby, ma al massimo il “come”. Ecco, non vorrei che bastasse un “come” appena accettabile per mantenere in panca uno che, appare ormai chiaro, non ci capisce più niente… Leggi il resto »

Duca23
Utente
Duca23

Invece per Cairo é proprio il “se” che fa la differenza, perché se dovesse mai fare risultato nel derby, altro che esonero, gli rinnova pure il contratto.

LeovegildoJunior
Utente
LeovegildoJunior

Bene, allora l’esonero è scontato. Ce ne ficcano 3 nel primo tempo e poi giochicchiano.