Torino, difesa senza Nkoulou per il derby: le alternative di Mazzarri

Come cambia la difesa senza Nkoulou: le alternative di Mazzarri per il derby

di Francesco Vittonetto - 1 Novembre 2019

Nicolas Nkoulou è stato squalificato dopo l’espulsione rimediata in Lazio-Torino: verso il derby Mazzarri studia le possibilità

Nel momento più difficile della gestione Mazzarri, alla vigilia della partita più dura, il derby contro il Juventus, il Torino si ritrova a fare i conti anche con l’assenza di Nicolas Nkoulou. Il centrale camerunense è stato espulso per doppia ammonizione nella tetra notte di Roma – prendendosi il secondo cartellino giallo nell’azione che ha poi indotto Orsato a fischiare il rigore del 3-0 – e dunque salterà per squalifica la stracittadina di sabato 2 novembre. Trovare un’alternativa convincente dovrà necessariamente essere questione di ore, quelle che i granata stanno trascorrendo nel ritiro voluto dal presidente Cairo per ricompattare un gruppo mostratosi sfilacciato nelle ultime uscite.

Torino, guai in difesa senza Nkoulou: c’è Djidji?

Al vaglio di Mazzarri e del suo staff restano su tutte due ipotesi. In primis quella che vede la conferma della difesa a tre, con Djidji a prendere nominalmente il posto di Nkoulou. A fare il centrale del pacchetto, in questo scenario, sarebbe Lyanco, che WM reputa il più adatto tra i suoi giocatori – dopo il numero 33, si intenda – a ricoprire quel ruolo.

Ma c’è anche la possibilità di un cambio di sistema. Come già contro la Lazio, dopo l’uscita dal campo di Lyanco, il Torino potrebbe passare a una difesa a quattro, lasciando Izzo e il brasiliano come unici centrali di ruolo e inserendo due terzini (De Silvestri e Laxalt, ad esempio).

Difesa a quattro o a tre: le alternative di Mazzarri

Ma molto si giocherà, a prescindere dai numeri, sull’interpretazione che il tecnico granata vorrà dare alla sua fase difensiva. Perché non è detto che, anche percorrendo la prima opzione, il Toro non si possa comunque schierare a quattro in fase di non possesso; come accaduto contro il Napoli, quando era Izzo a svolgere sia i compiti del “braccetto” di una linea a tre sia quelli del terzino di una a quattro elementi.

Dettagli, questi, sui quali sbagliare non sarà consentito. Non in questo momento, il più buio della gestione Mazzarri, non in questa partita. Che è la più importante sempre, ma forse adesso anche un po’ di più.

più nuovi più vecchi
Notificami
gabbo
Utente
gabbo

tanto è una partita senza storia, fai un 433: sirigu – ansaldi izzo lyanco laxalt – lukic baselli (o rincon se recupera) meitè- falque belotti verdi. almeno provi a giocartela.

sofferenza (#noalregimefucsia #noasVentura)
Utente
sofferenza (#noalregimefucsia #noasVentura)

Gentaglia come Djidji o Bremer non devono vedere manco la tribuna, nel derby poi fuori anche i conigli bagnati alla Baselli… Chi ci mettiamo dunque? A me basta qualcuno che picchi, tanto il risultato è certo.