La Nazionale italiana in visita a Papa Francesco: dopo la vittoria contro la Grecia l’emozione di Izzo per la visita al Santo Padre

Questa mattina la Nazionale Azzurra, guidata dal ct Mancini e dal Presidente federale Gravina, si è recata in Vaticano dove ha preso parte ad un’udienza privata con Papa Francesco a cui è stata portata in dono la maglia verde usata dagli Azzurri durante la sfida contro la Grecia. Una visita che ha emozionato i giocatori della Nazionale tra cui era presente anche Armando Izzo. Il difensore granata è stato particolarmente toccato dall’incontro con il Santo Padre e ha affidato al proprio profilo Instagram tutta la propria emozione: “La bontà e la grandezza del Signore sono infinite… niente di più emozionante e di sentirsi così vicino a te…mio buon Gesù a cui affido e ho affidato il mio tutto più caro! Grazie Papa Francesco per questa mattinata di fede, speranza e sensazioni!“.

Nazionale, 2-0 contro la Grecia: si vola ad Euro 2020

Quella di Armando Izzo per l’incontro con Papa Francesco è un’emozione vera, sincera, che chiude un weekend perfetto per la Nazionale Azzurra. Ieri, contro la Grecia, infatti, è arrivata la vittoria decisiva per l’italia che può volare così ad Euro 2020. Obiettivo centrato con 3 turni di anticipo: la partita non ha mostrato la miglior Italia possibile forse, ma i gol di Jorginho e Bernardeschi regalano comunque la qualificazione alla squadra di Mancini che adesso può pensare serenamente a mettere a punto i dettagli che all’Europeo faranno davvero la differenza.

Per quanto riguarda i granata, solo Belotti è sceso in campo per non più di una decina di minuti mentre Sirigu e Izzo (di seguito il post del difensore su Instagram) sono restati in panchina.

https://www.instagram.com/p/B3jqs6FIvea/
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 13-10-2019


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06 (@ardi06)
2 anni fa

Il peggiore partita papa degli ultimi cinquant’anni

anto.espo1959
anto.espo1959 (@anto-espo1959)
2 anni fa
Reply to  ardi06

Vorrai dire degli ultimi 100 anni,un uomo vergognoso,in Argentina nessuno può vederlo,ora ho capito perché….

Toro, l’allenamento al Fila: lavoro aerobico per Aina

Cairo: “Il Grande Torino fonte di ispirazione. Ho fatto come Ferruccio Novo”