Izzo e Verdi, Napoli e ritorno: al San Paolo per riscattarsi col Toro - Toro.it

Izzo e Verdi, Napoli e ritorno: al San Paolo per riscattarsi col Toro

di Francesco Vittonetto - 25 Febbraio 2020

I due ex a caccia di prestazioni convincenti: Izzo e Verdi tornano a Napoli col Torino. Il difensore rientra dalla squalifica, il 24 può affiancare Belotti

Per Armando Izzo, Napoli è casa. A Scampia è nato e ha messo piede per la prima volta su un campo di calcio. Con l’azzurro è cresciuto, diventando un professionista del pallone. Per Simone Verdi, Napoli è stata una parentesi. Terra amata, quella partenopea, sebbene per un periodo breve. Una stagione appena, vissuta tra alti e bassi. Entrambi a Napoli ci torneranno sabato da calciatori del Torino. Stadio San Paolo: lì dove l’attaccante lombardo ha siglato due gol da avversario (con le maglie di Empoli e Bologna) e due da uomo di casa (contro Zurigo e Sampdoria); lì dove il difensore campano mai ha giocato con la ‘N’ sul petto – non ha esordito in prima squadra prima del suo passaggio alla Triestina – ma sempre con colori diversi da quello del cielo.

Izzo e Verdi, il passato al Napoli e il presente (difficile) al Torino

Traiettorie e storie differenti: Verdi e Izzo sono accomunati dal passato al Napoli e ora dal bisogno mettersi in luce con la maglia del Toro. Il centrale rientrerà dalla seconda squalifica per espulsione consecutiva (ha preso il rosso sia contro l’Atalanta che contro la Sampdoria) e dovrà tornare a dare sicurezze. Longo, dietro, ha bisogno della sua grinta.

Almeno tanto quanto necessita della fantasia del suo numero 24, in gol contro il Doria due giornate fa ma mai capace di prendere il Torino per mano. Per lui il tecnico granata sta studiando una posizione più avanzata, accanto a Belotti. Una piccola svolta tattica che dovrà unirsi alla voglia di riscatto: fare meglio di così è un imperativo. Soprattutto a Napoli, là dove le ombre – una stagione fa – sono state persino più scure.