Imparagonabile il disastro dell’anno scorso: ora il Torino è a +10. Ventura, nel 2013, era a 35 punti dopo 29 partite

La sensazione di spreco che Juric percepisce da settimane, ormai, si accompagna a una classifica che, da otto giornate a questa parte, è cambiata poco. Il Torino ora ha 35 punti dopo ventinove partite giocate (all’appello manca ancora quella contro l’Atalanta), frutto di nove vittorie, otto pareggi e ben dodici sconfitte. Rispetto alla scorsa stagione, il balzo in avanti è indiscutibile. I granata hanno dieci punti in più e sono ben lontani dalla zona retrocessione. Ma com’è il paragone rispetto alle annate precedenti, sempre dopo ventinove partite giocate? Nel 2019/2020, quella dell’avvicendamento tra Mazzarri e Longo, i granata avevano guadagnato 31 punti, causate anche da ben sedici sconfitte.

Toro a -10 dalla stagione dell’Europa. E Mihajlovic…

Nella stagione precedente, quella che portò poi alla qualificazione in Europa League, il Toro di allora aveva perso la metà delle partite rispetto a quello attuale: Mazzarri contava 45 punti, dieci in più. La classifica dopo ventinove partite della prima stagione di Mihajlovic (2016/2017) e di quella successiva sono invece molto simili: i granata avevano 40 punti nel 2017 – cinque in più rispetto a oggi – e 39 nel 2018.

Il paragone con Ventura

Tra le stagioni di Ventura in Serie A, quelle centrali sono state le migliori: nel 2013/2014, il Toro lottava per l’Europa League con 39 punti guadagnati in ventinove giornate, mentre nel 2014/2015 ne aveva addirittura tre in più (42). La prima e l’ultima stagione di Ventura presentano invece delle analogie con il Toro di oggi. Nel 2012/2013, il Torino aveva esattamente 35 punti a questo punto del campionato (ne fece poi solo 4 nelle ultime nove), mentre nel 2015/2016 contava 33 punti, derivati anche da dodici sconfitte, le stesse della squadra di Juric.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 23-03-2022


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
James71
James71
1 mese fa

Come il primo Ventura va benone allora spero proprio che faccia come lui nei prossimi 5 anni… ottimo paragone stavolta!
PS Ovviamente se poi riuscissimo a fare degli acquisti intelligenti e utili nei prossimi mercati potrebbe fare pure meglio, ma quello dipende sempre da altri fattori purtroppo…

Cairo-Sirigu, pace fatta: l’abbraccio dopo l’addio del portiere tra le polemiche

Cosa chiede Juric a Cairo: dalle strutture all’organizzazione. Modello Atalanta? “Toro lontano anni luce”