Continuano i progressi di Ljajic, al lavoro per recuperare in vista di domenica: non lo si azzarderà, ma lui vuole esserci ed è corsa contro il tempo

Adem Ljajic ha messo nel mirino la Fiorentina, squadra che lo ha allevato e svezzato al calcio italiano: l’infortunio occorsogli nella vittoriosa partita casalinga contro il Bologna, sembra essere finalmente alle spalle. Nella seduta di ieri l’esterno offensivo serbo ha svolto parte dell’allenamento con il gruppo, per poi concludere la sessione con esercizi personalizzati e più conservativi. Un avvio di stagione non certo fortunato quello del calciatore prelevato in estate dalla Roma, che in entrambe le partite disputate dal primo minuto (Milan e Bologna), è stato costretto ad abbandonare anzitempo le ostilità, con conseguenze decisamente più serie nella partita contro i felsinei: una lesione muscolare tra il primo ed il secondo grado della coscia sinistra.

Il peggio sembra essere finalmente alle spalle per il gioiello del Toro, vera pepita d’oro della passata campagna trasferimenti: il suo estro è una qualità a cui Mihajlovic (che lo ha voluto fortemente), non vuole rinunciare. Combinandosi con la micidiale vena realizzativa di Belotti e il talento di Falque, le giocate di Ljajic possono rappresentare per l’attacco granata, un salto in avanti determinante nell’aiutare la squadra a battagliare per le posizioni valevoli l’approdo in Europa. Immaginare il Toro visto con la Roma con un Ljajic in più su cui poter contare, stuzzica non solo le fantasie dei tifosi, ma anche quelle del tecnico granata, consapevole che la creatività del numero 10, se gestita con sapienza, può diventare un’arma letale per le difese avversarie.

Per questi motivi, nulla sarà lasciato al caso, e soprattutto non saranno affrettati i tempi di recupero: scongiurare una ricaduta, in questo momento, è prioritario rispetto a qualsiasi altra decisione. Tuttavia l’allenamento di ieri ha fornito delle rassicuranti indicazioni circa la condizione fisica dell’asso serbo: l’intensità con cui ha svolto la seduta pomeridiana, lascia intendere la sua determinazione a voler calcare il terreno di gioco già domenica contro la Fiorentina. Probabile dunque un suo utilizzo part-time, a seconda anche della piega che avrà assunto l’incontro: tutte le componenti, ora, sembrano essere al posto giusto per un nuovo, o forse per il vero inizio, della stagione di Ljajic con la maglia del Torino.

TAG:
Mihajlovic toro

ultimo aggiornamento: 30-09-2016


14 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Diablo
Diablo
6 anni fa

Forse gli farà giocare gli ultimi 20/25 minuti, giusto per testare lo stato di salute .

carbonaro doc
carbonaro doc
6 anni fa
Reply to  Diablo

… sul 3-0 per noi, si spera 😀

Mimashi
Mimashi
6 anni fa

Difficile possa esserci.
Convocato si, in campo non so : non è ancora in condizione

Poeta del gol
Poeta del gol
6 anni fa

@Dany granata: vero, ma di certo non forzi come in partita…

È un Hart sempre più “italiano”: il portiere è già leader della difesa

Vives, respinto il ricorso del Toro: il giocatore resta squalificato