Ljajic, dopo il Torino prende per mano anche la Serbia e va al Mondiale

6
Ljajic
17.09.2017 - Torino - Serie A 4a giornata - Torino-Sampdoria nella foto: Adem Ljajic

Dopo più di due anni dall’ultima volta, ieri sera contro la Georgia il numero 10 granata è tornato titolare nella propria nazionale

Dopo oltre due anni dall’ultima volta, Adem Ljajic ieri sera è tornato ad essere schierato nella formazione titolare della Serbia. Non una partita qualunque quella che ha disputato la nazionale balcanica, bensì la gara che è valsa la qualificazione al Mondiale di Russia: vincendo per 1-0 contro la Georgia, Ljajic e compagni hanno infatti ottenuto il pass alla Coppa del Mondo, essendosi classificati al primo posto del girone D. L’ultima volta che Adem Ljajic era stato schierato dal primo minuto da un ct serbo era stata in occasione di Serbia-Armenia 2-0 del 4 settembre 2015: un chiaro segnale questo di come il fantasista nell’ultimo periodo sia tornato a giocare ad alti livelli.

Grazie anche a Sinisa Mihajlovic, che ha sempre avuto una grande fiducia in lui, Adem Ljajic sta ora finalmente riuscendo a togliersi di dosso quell’etichetta di eterna promessa che diverse stagioni altalenanti gli avevano appiccicato. Pian piano è diventato un leader del Torino, sia in campo che fuori, ora sta riuscendo a fare lo stesso anche con la propria nazionale. La partita contro la Georgia permetterà al tecnico granata di avere a disposizione un giocatore ancora più carico in vista della ripresa del campionato: di certo, la soddisfazione per aver ritrovato quella maglia da titolare persa nel settembre del 2015 e l’aver contribuito a far qualificare la propria nazionale al Mondiale di Russia non può che aver motivato ancora di più Ljajic.

6 Commenti

  1. Vabbè, dai. Un Ljajic dovrebbe essere titolare inamovibile della sua nazionale (non è brasiliano, argentino o tedesco). Complimenti per esserci ritornato. Se continua così è un gran bel giocatore!! Forza Adem !!