Meité si presenta: “Glik mi ha detto che il Toro è la squadra giusta per me”

23
Meite

Da Bormio il neo acquisto Soualiho Meité si presenta alla stampa: ecco le prime parole da calciatore del Torino del centrocampista francese

nostro inviato a Bormio – Martedì per la prima volta Soualiho Meité ha indossato la maglia del Torino, nel suo primo allenamento agli ordini del tecnico Walter Mazzarri. Il centrocampista francese arrivato dal Monaco, nell’ambito dell’operazione che ha portato Antonio Barreca nel principato, si è presentato alla stampa: ecco, direttamente dal ritiro di Bormio, le sue prime parole da calciatore granata. “Sono stato molto ben accolto al Torino, sia i compagni che lo staff. Sono in camera con Nkoulou, che parla francese e l’integrazione è così semplice. Perché ho scelto il Toro? Per la storia di questa squadra e perché credo nel progetto del Toro. Prima di venire qua ho parlato con Kamil Glik, mi ha detto che questa era la squadra ideale dove venire. Oltre a Glik ho chiesto informazioni sul Toro anche a Niang, con cui ho giocato nella nazionale francese giovanile e Andrea Raggi”.

Meité: “A chi mi ispiro? Mi piacciono Pogba e Modric”

Meité si è poi descritto come giocatore: “Se mi ispiro a qualcuno in particolare? No, però guardo come giocano i grandi centrocampisti che giocano nella mia stessa posizione. Mi piacciono Pogba, che è un giocatore con un fisico importante, e Modric, che tecnicamente è molto forte. Io ho iniziato come centrocampista offensivo, ora sono però un giocatore più completo”

Poi su Mazzarri e i suoi compagni: “Prima di venire qua non conoscevo nessuno dei miei compagni di squadra, solamente Nkoulou di nome. Conoscevo anche Mazzarri, anche se non personalmente, avevo visto alcune partite del suo Watford. Io sono qua per crescere, per migliorare tatticamente. La mia posizione preferita? Centrocampista centrale, con compiti offensivi. In Italia, a differenza che in Francia, si lavora molto sulla tattica, i giocatori tatticamente più bravi sono quelli che fanno più strada e io sono qui per migliorare”.

Infine Meité ha parlato dei suoi obiettivi personali e di Cristiano Ronaldo. “La Nazionale? Tutto a suo tempo, adesso sono qua in ritiro e penso a conoscere bene i miei compagni. Cristiano Ronaldo? Sappiamo tutti che giocatore è, avere dei grandi campioni che giocano in campionato è sempre una grande cosa. Sono una persona molto semplice, legato alla mia famiglia. Quando non gioco a calcio sto con la mia fidanzata, con cui convivo”

più nuovi più vecchi
Notificami
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
Utente
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)

Attendo di vederti all’opera x giudicarti….

AleGRANATAale
Utente
AleGRANATAale

Fatti valere ragazzone

granatadellabassa
Utente
granatadellabassa

Fisicamente è quello che ci vuole ovvero un giocatore di statura e peso in una squadra piuttosto leggerina. Ma credo che ci sia molto da lavorare su di lui.
Penso che farà la riserva. Almeno all’inizio.
Curioso di vederlo in azione.

gix
Utente
gix

il fisico c’è,certo il campionato italiano non sarà il più bello maa certamente per certi versi forse il più tosto,quindi non ci sarebbe da stupirsi nel vederlo partire non titolare inamovibile…la curiosità è anche la mia e credo di tutti