Il difensore è il terzo per minuti giocati; nelle ultime uscite è cresciuto molto, eppure il mercato potrebbe mettere in discussione la sua titolarità

La sosta invernale tradizionalmente coincide con l’apertura o la conclusione delle prime trattative di calciomercato. Il Toro, come ammesso più volte dallo stesso Mihajlovic, è a caccia di rinforzi per rendere la rosa più forte ed equilibrata.

Uno dei reparti maggiormente sotto esame è la difesa: la coppia Rossettini-Castan è ormai quella titolare, ma le alternative non convincono il tecnico che vorrebbe rinforzi com caratteristiche diverse per aumentare la concorrenza. Nelle ultime uscite, soprattutto nella gara contro il Genoa, Rossettini è stato tra i più positivi. Anche nel derby contro la Juventus e nella trasferta del San Paolo  ha convinto molto più del compagno di reparto Castan. La sua crescita è stata costante, dopo un inizio complicato.

Rossettini è stato addirittura il terzo giocatore più utilizzato in questa prima metà di stagione con 1325 minuti. Solo Hart e Belotti hanno giocato di più. Bovo ha avuto spazio nelle prime partite poi è stato progressivamente messo da parte (anche a causa dei soliti problemi fisici), Ajeti non ha mai convinto Mihajlovic, e Moretti è visto più come il sostituto naturale di Castan. La scarsa concorrenza ha permesso a Rossettini di mantenere la titolarità, nonostante qualche partita decisamente incolore. Nelle ultime uscite ha mostrato una crescita del livello delle sue prestazioni, ma il mercato potrebbe rimettere in discussione la sua titolarità.

Mihajlovic ha infatti fatto intendere di essere alla ricerca di almeno un potenziale titolare in difesa. Il Toro ha bisogno di un forte marcatore che attualmente non ha in rosa. Gli eventuali nuovi arrivi non potranno che fare bene, perché aumenteranno il tasso tecnico e perché stimoleranno tutti a migliorare quotidianamente. Rossettini è a rischio, così come il suo compagno di reparto: il mercato può cambiare le gerarchie.


10 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
(Ta)Vecchio Cuore Granata (ex rifiuto)
(Ta)Vecchio Cuore Granata (ex rifiuto)(@salmonella)
5 anni fa

Nel calcio d’oggi non vi è una grande differenza tra difensori di livello mondiale e onesti mestieranti, difatti la differenza tra i primi e i secondi è legata maggiormente alla “mediaticità” del giocatore, più che dal suo rendimento effettivo. Difensori veramente forti in marcatura non esistono più, da nessuna parte.… Leggi il resto »

Gianky1969
Gianky1969(@gianky1969)
5 anni fa

In gran parte d’accordo. Soldi per rimediare, almeno parzialmente, ad un centrocampo fatto di ballerine che andrebbero accantonate per una buona panchina. Maksinfamovic e Glik per noi facevano la differenza. Pure tanta. Secondo me anche Bruno, che con il Vate era molto compresso, quest’anno con Sinisa avrebbe fatto molto meglio… Leggi il resto »

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)(@vanni)
5 anni fa
Reply to  Gianky1969

Però motoZappa fa dei cross…..libidine. va beh per ora meglio del pupillo di Sinisa, almeno corre.

MondoToro
MondoToro(@mondotoro)
5 anni fa

tutti i grandi centravanti ci hanno fatto un culo nero, Icardi bacca higuain…difensore mediocre figlio di un mercato surreale.

rotor
rotor(@rotor)
5 anni fa

Si fa’ di necessita’ virtu’.

Sisport, allenamento a porte chiuse: si valuta De Silvestri

Acquah, convocazioni del Ghana per la Coppa d’Africa rimandate a lunedì