Brekalo a sinistra è una certezza. E Pobega, febbre permettendo, può di nuovo essere schierato dietro la punta

Se le fasce sono il motore del gioco di Ivan Juric, il quadrilatero formato dagli interni di centrocampo e dai trequartisti è il cervello, quello in grado di trasformare l’energia in invenzioni (e gol). Aver perso il neurone più fine, quello di Dennis Praet (infortunatosi prima del Venezia), è stato un colpo dal quale il Torino ancora non si è ripreso: costringe a rivedere gli equilibri, a vagliare le diverse alternative talvolta fallendo. Anche contro il Cagliari, la soluzione offensivista, con la coppia croata formata da Pjaca e Brekalo, non ha dato né spunti né imprevedibilità. Brekalo, a destra, perde di verve e centralità; Pjaca, invece, sta confermando di partita in partita di essere in un momento di calo.

Pobega può essere un punto fermo… in due ruoli!

E quindi? Juric sta cercando di risolvere il rebus, al Filadelfia, mentre prepara la partita contro il Bologna trovando conforto nel ritorno di Mandragora a centrocampo. Tutto, o quasi, ruota attorno a Tommaso Pobega, che – sfortuna vuole – si è preso la febbre: è da vedere se riuscirà a recuperare. Il 4 permetterebbe a Lukic di tirare il fiato, se venisse schierato in mezzo, ma potrebbe dare anche un buon impatto sulla trequarti. Dinamismo, grinta e propensione all’inserimento, sono queste le armi con cui sta dando forza alla propria candidatura. Se venisse schierato nel ruolo che fu di Praet, Brekalo potrebbe tornare a sinistra e Pjaca inizierebbe dalla panchina, con la prospettiva di entrare a partita in corso e la speranza che, con un minutaggio ridotto, riesca a incidere di più.

La sensazione è che Pobega, fino allo stop di ieri, era considerabile un punto fermo dell’undici anti-Bologna, così come Mandragora e Brekalo. È da vedere adesso se verrà schierato, nel quadrilatero che è il cervello del Toro, e in che posizione. Ci sono ancora alcune ore, preziose, di lavoro, per deciderlo.

Tommaso Pobega
Tommaso Pobega
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 04-03-2022


9 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Cup
Cup
2 mesi fa

Brekalo riscatto al 100%, trequartista di sx sempre; Praet da rinnovare il prestito (visti i problemi fisici che ha avuto, è il minimo); Pjaca dispiace, ma non è da tenere. Sarei curioso, invece, di vedere all’opera Seck sulla dx con Singo. Col Bologna lo proverei almeno una mezz’ora.

Steppenwolf
Steppenwolf
2 mesi fa

Spero solo che Juric lasci Vojvoda e Brekalo in coppia a sx, poi faccia cosa ritiene meglio. Ma disporre la squadra solo per far giocare Pjaca è suicidio

Andreas
Andreas
2 mesi fa
Reply to  Steppenwolf

Assolutamente !! Toccare/spostare quei due è x me incomprensibile. Poi Pobega avanti a dx e Piaja in panca

granatadellabassa
granatadellabassa
2 mesi fa

Pjaca ha qualche lampo di classe ma per la maggior parte della gara è invisibile. Sbagliato sacrificare Brekalo sulla destra: così ci troviamo con due trequartisti in difficoltà.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
2 mesi fa

sono molto d’accordo. Pjaca è stato provato anche la scors partita. Ora serve rirovare i giusti automatismi e una bella prestazione con punti per non cadere troppo.
Quindi Brekalo a inistra assolutamente e Pobega a destra, potendo di nuovo contare su Mandragora, oltre ovviamente aLukic

Si ferma Milinkovic-Savic: infortunio per il portiere

Berisha e Gemello: la grande occasione