Tutto l'egoismo dei presidenti: il campionato una scusa per pensare ai propri interessi - Toro.it

Tutto l’egoismo dei presidenti: il campionato una scusa per pensare ai propri interessi

di Ivana Crocifisso - 28 Marzo 2020

Due fronti opposti: chi vuole ricominciare non appena sarà possibile, chi pensa che questa Serie A sia già finita. Il bene del calcio è solo una scusa

Tutto l’egoismo di chi pensa al proprio orticello. Al proprio piazzamento, al proprio tornaconto. L’ennesima settimana senza campionato è stata costellata da prese di posizioni che nulla hanno a che vedere con il bene del sistema intero, semmai ci fosse l’intenzione di salvaguardare il mondo del calcio. E così, mentre in Italia l’emergenza coronavirus non dà tregua (ieri, purtroppo, il numero più alto di decessi nel nostro Paese), c’è chi dà il meglio di sé in un infinito botta e risposta che non porterà da nessuna parte. Certamente non all’unanimità, perché giocare o non giocare, riprendere la stagione o no, allenarsi prima o dopo una tale data, non trova d’accordo tutti i presidenti. Che, ovviamente, portano avanti i rispettivi interessi.

Campionato finito? Per Cellino sì

C’è il fronte di chi vuole fermarsi, capitanato da Preziosi, quello di chi vuole invece continuare, e lo guida Lotito. Nel gruppo del presidente del Genoa ci sono anche quello di Sampdoria e Brescia: guarda caso, ma nemmeno tanto, le squadre o già spacciate o in lotta per non retrocedere. “Ma quale ripresa, ma quale stagione da concludere, io penso all’anno prossimo, solo a quello“. Così Cellino, che sottolineava non più tardi di domenica scorsa come il punto non fosse la posizione in classifica del suo Brescia.

Torino, Cairo: “Non si deve riprendere per forza”

Uno scontro che andrà avanti ancora a lungo, perché queste posizioni sono in netta antitesi con quelle della Lazio. Tare ha parlato di volontà di “andarsi a giocare lo scudetto fino all’ultimo”, perché i biancocelesti, la squadra più in forma del campionato fino a quella interruzione, hanno il preciso obiettivo di infastidire la Juve, tornata prima grazie a quel recupero con l’Inter giocato in extremis. Juve che non spinge di certo sull’acceleratore.

E il Toro? Dice e non dice Cairo, parla della possibilità che il campionato possa riprendere ma non ne farebbe un dramma (“Non si deve riprendere per forza, ha detto due giorni fa) se si dovesse ripartire solo la prossima stagione. E non è il solo a voler cancellare dalla mente un campionato con così tante sonore batoste.

Urbano Cairo
Urbano Cairo

3 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
paolo 67 (tabela)
paolo 67 (tabela)
4 mesi fa

Il campionato, nn riprenderà, nn ci sarà tempo per terminarlo senza che si tocchi la prossima stagione, quindi meglio avere una stagione anomala che 2. Io nn lo assegnerei a nessuno in quanto nn è stato un campionato regolare e si riparte la prossima stagione con le stesse squadre. Il… Leggi il resto »

3min40sec
3min40sec
4 mesi fa

Condivido tutto, tranne quel IAMME IAMME finale che non solo non aggiunge niente, ma anzi, indispettisce e svilisce il tutto.

Dirk Diggler
Dirk Diggler
4 mesi fa

Sono egoisti solo De Laurentiis e Lotito invece i presidenti di squadre con un piede e mezzo in B tipo Cellino, Ferrero e Preziosi che pretendono a gran voce l’annullamento del campionato hanno a cuore il bene del paese… si si come no!!!