Rincon presenta Torino-Chievo: “Ora dobbiamo dare continuità”

3
Rincon
CAMPO, 22.10.17, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, Serie A, TORINO-ROMA, nella foto: Tomas Rincon

Il centrocampista venezuelano ha parlato a due giorni dalla sfida contro gli scaligeri: “Mi è dispiaciuto molto per l’Italia”

Il centrocampista granata Tomas Rincon ha parlato ai microfoni di Torino Channel a due giorni dalla sfida contro il Chievo di Rolando Maran. L’attenzione va subito al clamoroso epilogo delle qualificazioni al Mondiale in Russia, che hanno visto l’eliminazione dell’Italia di Ventura: “Mi è dispiaciuto molto che l’Italia abbia mancato la qualificazione. Un Mondiale senza Italia io non l’ho mai visto. Ho fatto anche il tifo in quella partita, ma non è bastato. Anche per noi, per la Lega di Serie A e il calcio italiano è una cosa che fa male. Mi dispiace anche perchè conosco qualche ragazzo che gioca in Nazionale e li ho visti soffrire”.

Rincon ha parlato anche di Belotti, l’unico granata che ha vissuto sul campo la disfatta azzurra: “Andrea è un giocatore molto importante per noi e questo sarà un colpo molto duro per lui. Noi dobbiamo cercare di dargli stimoli affinché possa tornare presto al gol e a darci una mano come fa di solito”. L’ex Genoa parla poi della situazione del Toro, guardando alla prossima sfida contro il Chievo: “Abbiamo approfittato della sosta per curare anche la parte atletica e confermare quello che si è visto contro l’Inter. Dobbiamo dare continuità alla prestazione vista a San Siro. Come ha detto il mister dobbiamo avere l’approccio giusto alla partita e metterci il giusto livello di attenzione anche perché il Chievo è una squadra che fa bene da tanti anni in Serie A. Molto dipenderà da noi: dobbiamo dare continuità di prestazioni e far sì che questo si trasformi in continuità di risultati”.

3 Commenti

  1. Io invece Obi , per le sue caratteristiche fisiche ( cristalleria) nelle partite vs le medie piccole non lo farei mai partire titolare . Se la partita non dovesse sbloccarsi lo metterei nell ultima mezz’ora; dovendo affrontare ancora Milan e Napoli lo terrei ben ovattato. Anche perché è solo questione di tempo quindi preservarlo come un tartufo è il minimo !

  2. Rincon centrale, baselli e obi mezz’ali e’ un ottimo centrocampo. Acquah un’alternativa valida come un titolare e Valdifiori una discreta riserva. Il centrocampo e’ di valore ma l’incognita e’ la tenuta di Obi. E a tal proposito serve necessariamente una risorsa in piu’. Anche giovane ma di pontenzialita’ fisiche e tecniche di molto superiori a Gustafsson. Si potrebbe richiamare Lukic. A me non e’ mai dispiaciuto.

    • Anche secondo me Lukic è un giocatore di prospettiva e ci farebbe comodo. E’ andato in Spagna ma nel Levante non vede mai il campo….non ha senso fargli sprecare un anno tra la panca e la tribuna. Tantopiù che ha 21 anni e fa ancora in tempo ad imparare altri ruoli in mezzo al campo, oltre a quello di regista.