Rincon e il Venezuela fermano il Brasile: “Orgoglioso di questi guerrieri”

di Andrea Piva - 19 Giugno 2019

In Coppa America il Venezuela di Rincon mantiene vive le speranze di qualificazione grazie allo 0-0 contro il Brasile. Grande protagonista il granata

E’ un lottatore nato Tomas Rincon. Lo ha dimostrato tante volte con la maglia del Torino, ha fatto lo stesso in altrettante occasioni con quella della nazionale del Venezuela: l’ultima questa notte, contro il Brasile. La selezione vinotinto ha fermato sullo 0-0 i verdeoro nella seconda giornata del girone eliminatorio del gruppo A di Coppa America. Grande protagonista il mediano granata che è rimasto in campo per tutti i novanta minuti. Il Venezuela aveva pareggiato, con lo stesso risultato anche la gara inaugurale contro il Perù e ha così mantenuto vive le speranze di qualificazione al turno successivo: servirà però un successo contro l’Ecuador, fanalino di coda del girone con 0 punti.

Rincon, sui social la soddisfazione per lo 0-0 con il Brasile

“UNIONE. Qui un messaggio dal più profondo, sono orgoglioso di ciascuno di questi guerrieri che stanno lottando con i loro strumenti e le loro certezze lasciando tutto in campo per il loro Paese. In questo cerchio chi vuole distruggere non entra, chi vuole sostenere e inviare le proprie energie migliori è il benvenuto” con questo messaggio postato sui propri profili social, insieme a una foto dei giocatori venezuelani abbracciati in cerchio, Rincon ha voluto festeggiare il prezioso pareggio ottenuto contro il Brasile.

più nuovi più vecchi
Notificami
Troposfera Granata
Utente
Troposfera Granata

UNIONE. Qui un messaggio dal più profondo, sono orgoglioso di ciascuno di questi guerrieri che stanno lottando con i loro strumenti e le loro certezze lasciando tutto in campo per il loro Paese. In questo cerchio chi vuole distruggere non entra, chi vuole sostenere e inviare le proprie energie migliori… Leggi il resto »

Sergio (Plasticone69)
Utente
Sergio (Plasticone69)

Lo zerotre è il tuo quoziente intellettivo…
Quando sei sotto sforzo però…
I tuoi neuroni è da parecchio che sono emigrati.
Carbonaro attieniti all’articolo e non provocare che non te lo puoi permettere.

Pedric
Utente
Pedric

Ciao GD