Mazzarri li ha esaltati: “Sembrava di giocare in casa”. Cronaca di una giornata indimenticabile per i 300 tifosi del Torino giunti in Inghilterra

nostro inviato a Liverpool – “L’arma in più”, li ha definiti Mazzarri. Perché a Liverpool i tifosi del Torino hanno dato spettacolo. E non era scontato ad Anfield, in un ambiente che già di per sé incanta coloro che hanno la fortuna di viverlo. Forse era proprio questo, invero, il palcoscenico perfetto per esaltare il cuore caldo del Toro, come già fu nella notte magica di Bilbao, quattro stagioni or sono. E dire che il brutto pomeriggio vissuto a Malpensa da 200 sostenitori diretti nel Merseyside, bloccati da un forte ritardo (e poi dalla definitiva cancellazione) del volo, avrebbe potuto ridurre, e di molto, l’entusiasmo. Così non è stato. Settore ospiti non stracolmo, è vero, ma tanto è bastato per guadagnarsi la scena. Un accompagnamento incessante e appassionato che ha sovrastato anche il tifo coinvolgente, ma più discontinuo, della Kop. E spesso, dalla Main Stand, qualche testa di rosso vestita si girava ad osservare, e ammirare, quella sparuta e rumorosissima macchia granata.

Liverpool-Torino, che risposta dei tifosi. “Serata di grandi emozioni”

“Devo ringraziare i tifosi che sono venuti fin qua, sembrava di giocare in casa, ha proseguito Mazzarri nel dopogara. Erano quasi tre centinaia, alla fine. Fin dalle prime ore della mattinata di ieri, le prime t-shirt granata avevano cominciato ad aggirarsi curiose nella piana di Anfield e così anche nella zona dello storico Cavern Club – la Betlemme dei Beatles – e nei dintorni dello splendido Albert Dock. “Sarà una serata di grandi emozioni”, aveva pronosticato qualcuno. “Il risultato non conta, conta esserci, ci diceva qualcun’altro. E allora non importa se alla fine Belotti e compagni sono usciti sconfitti per 3-1 contro una squadra decisamente di un altro livello. Gli applausi sono per tutti. Soprattutto per i tifosi del Toro, loro sì, autori di una prestazione da standing ovation.

Torino, l’omaggio all’Hillsborough Memorial da parte di un gruppo di tifosi

Tanti, i momenti che resteranno indelebili nei ricordi di coloro che hanno vissuto la notte di Liverpool. Tanti, i gesti che hanno dato senso tangibile allo sport tutto. E’ il caso delle chiacchierate e delle strette di mano tra coloro che al collo portavano sciarpe diverse. Ma è anche il caso proprio di una sciarpa che è stata posata da un gruppo di tifosi granata in uno dei luoghi simbolo di Anfield, l’Hillsborough Memorial. Lì, dove si ricordano le 96 vittime della tragica finale di F.A. Cup del 1989, tra i Reds e il Nottingham Forest, ora è comparso anche un piccolo omaggio granata. Traccia di un popolo che non dimentica. E che notti come queste merita di viverle più spesso.

[video_toro url=”https://player.vimeo.com/external/283901883.m3u8?s=40d0663305e911f45a2ab22e8eab78f4d4a2969c” autoplay=”false” width=”100%” height=”300″ mute=”false” repeat=”false”]

 


8 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
rimbaud
rimbaud
3 anni fa

Cairo faccia una cosa granata metta un legale a curare gli interessi del Toro. Che questi tifosi rimasti a Malpensa possano avere tutti i rimborsi del caso.

GranataDentro (Con o senza Cairo, malgrado tutto e tutti, SEMPRE E SOLO FORZA TORO)
GranataDentro (Con o senza Cairo, malgrado tutto e tutti, SEMPRE E SOLO FORZA TORO)
3 anni fa
Reply to  rimbaud

Bene bravo! 10+! Questo sarebbe un atto da vero presidente del Toro.
Però intanto mi permetto di dire ceh i 500 andati in Inghilterra erano bem piu vivi e presente dei 4 gatti e 3500 comparse del referendum. A proposito che fine ha fatto?

Immer
Immer
3 anni fa

Certo tu non eri presente a Liverpool perché sono sicuro che non avresti cantato

GranataDentro (Con o senza Cairo, malgrado tutto e tutti, SEMPRE E SOLO FORZA TORO)
GranataDentro (Con o senza Cairo, malgrado tutto e tutti, SEMPRE E SOLO FORZA TORO)
3 anni fa
Reply to  Immer

Purtroppo è vero, non c’ero a Liverpool. Ma di solito allo stadio canto eccome. Stonato o meno che sia! Per il resto il tuo commento che voleva essere immagino offensivo, scivola via. Già uno che entra solo per scrivere non di Toro ma solo male di un altro granata, si… Leggi il resto »

Immer
Immer
3 anni fa

La differenza tra te eme è che io non prendo per il culo delle persone che cercano di cambiare in meglio il nostro toro o almeno ci provano. Spero che tu l’abbia letta almeno questa lettera proposta dai tifosi e tutte le cose scritte sono verità assoluta. O forse tu… Leggi il resto »

Abnorme
Abnorme
3 anni fa

Ogni tanto mi scivola il dito e scendo troppo, mi trovo, mio malgrado, a leggere i primi commenti di questi monotematici quattro gatti che sanno solo vomitare malignità e vivono nella menzogna. Passano le loro vite a scrivere malignità su quasi tutti i personaggi del Toro recente e riescono a… Leggi il resto »

Immer
Immer
3 anni fa
Reply to  Abnorme

Eh tu doveri? A leggere la lettera di tremendismo granata e dire che è tutta falsa

Roberto (RDS 63)
Roberto (RDS 63)
3 anni fa
Reply to  rimbaud

Ah, ah, ah, ah….che battutona!

De Silvestri, voglia di Europa: “Che bello giocare partite così. Usciamo a testa alta”

Belotti e Sirigu: ad Anfield, il Torino (ri)trova le sue certezze