Torino, Ansaldi tra i migliori della 12^ giornata come più veloce negli sprint

Ansaldi tra i migliori in A dell’ultima giornata: Mazzarri non può farne a meno

di Veronica Guariso - 12 Novembre 2019

Cristian Ansaldi è il giocatore di cui Mazzarri non riesce a fare a meno. Col Brescia, come risulta dalle statistiche, si è distinto come giocatore più veloce negli sprint

Se non tutti i giocatori del Toro stanno riuscendo a rendere al meglio, certamente ce n’è uno in particolare che si sta distinguendo positivamente. Si tratta di Cristian Ansaldi, incapace di deludere in questa prima parte di stagione. L’argentino è diventato a tutti gli effetti il giocatore di cui Mazzarri non può fare a meno. Oltre ad essere un grande motivatore, sempre pronto a sostenere i compagni, in campo riesce a dare il meglio di sè. Anche le statistiche sono a suo favore: contro il Brescia si è distinto per la velocità raggiunta negli sprint, portata a 35.24 km/h. La Lega Serie A lo ha quindi inserito tra i migliori 12 giocatori della 12^ giornata di campionato. Il suo valore è indiscutibile ed il Toro lo sa bene.

Ansaldi, il miglior granata del reparto difensivo

Diventato ormai titolarissimo, Cristian Ansaldi riesce sempre a dare freschezza alla manovra offensiva granata. In fascia fa ubriacare gli avversari con le sue finte e controfinte, potendo servire i compagni in area di rigore. E’ infatti lui uno dei maggiori fornitori di palloni per l’attacco del Torino. Spesso i suoi passaggi si trasformano in manovre chiave: ne ha già realizzati 8 da inizio campionato, confermandosi tra i più importanti per il Toro di Mazzarri.
L’argentino è infatti il migliore del suo reparto tra i granata con 1 rete realizzata contro il Parma, 1 assist e 7 tiri totali. Si è inoltre distinto per aver dato vita a ben 4 occasioni da gol: tra le ultime quella contro la Juve, dove si è trovato faccia a faccia con Szczęsny.

L’Inter è già nel mirino del terzino granata

La sua mancanza si è sentita nelle tre partite in cui si è assentato per un infortunio al bicipite femorale. Da lì è infatti cominciata la crisi del Torino, con le sconfitte contro il Lecce e la Sampdoria dopo la vittoria con l’Atalanta. Nonostante il clima poco propositivo, Ansaldi non ha mai smesso di crederci e dare tutto se stesso e Mazzarri ha notato la differenza. La vittoria contro il Brescia si è rivelato un punto da cui ripartire e le sue parole hanno esternato la mentalità che serve al Torino per dare una svolta alla stagione. “Dobbiamo continuare a fare ciò che stiamo facendo. Adesso c’è l’Inter e dobbiamo fare una bella fgare e provare a vincere la partita.“, queste le parole dell’argentino, che ha già messo nel mirino i nerazzurri, con i quali ha giocato nella stagione 2016-2017.

1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
vecchiamaniera
vecchiamaniera
8 mesi fa

Da riserva dimenticata all’Inter a jolly imprescindibile nella Cairese.Quando nella lista degli acquisti c’era il nome di Nandez..Il presiniente mi fa rimpiangere pure Petrachi,che visti i risultati era quello che teneva su la baracca.Siamo messi male e sarà sempre troppo tardi quando Ciro venderà il Toro,dopo averlo spremuto un ultima… Leggi il resto »