Contro la Chapecoense, Berenguer ha ancora mostrato diverse lacune come esterno nel 3-5-2: urge un intervento sul mercato

Non ingrana, il precampionato di Alejandro Berenguer. E a più di un anno dal suo approdo in Piemonte, lo spagnolo continua ad essere oggetto pressoché misterioso del roster granata. Il giallo non è certo di semplice soluzione, dal momento che i colpi e la tecnica individuale non sono proprio da ultimo arrivato. Eppure qualcosa non torna, a livello tattico in primo luogo. Il cambio di sistema operato da Mazzarri non lo ha certo agevolato: il 4-3-3 era un’altra vita, per un’esterno di velocità e dribbling come lui. Nel 3-5-2, l’ex Osasuna sembra ancora un pesce fuor d’acqua, sospeso tra la volontà di spiccare un balzo in avanti e l’obbligo di prestare attenzione a ciò che succede dietro.

Torino, Berenguer: contro la Chape pochi spunti e alcune disattenzioni

E anche contro la Chapecoense, come già di fronte al Nizza, Berenguer ha mostrato tutti i suoi limiti. Certo, nel primo tempo si è vista qualche buona giocata e nella ripresa – prima di essere sostituito da Parigini – ha sfiorato il gol con una conclusione dall’interno dell’area di rigore, ma la fase difensiva ha lasciato nuovamente a desiderare. La pochezza offensiva degli ospiti ha contribuito a celare alcune sbavature, ma agli occhi attenti di Mazzarri nulla è sfuggito. Tanti, i richiami che il tecnico toscano ha lanciato al suo numero 21, segno che ancora sono numerosi gli automatismi da introiettare per avanzare definitivamente la candidatura come alternativa in quel ruolo. Per ora, c’è solo un’altra rimandatura. In attesa del test di prestigio della prossima settimana, contro il Liverpool.

Il Torino è alla ricerca di un esterno: lo ha confermato anche Cairo

Non è un caso, dunque, che gli uomini mercato del Torino si stiano adoperando da settimane per regalare a Mazzarri l’esterno sinistro che ancora manca dopo la cessione di Barreca. Per ora solo Ansaldi e De Silvestri, infatti, hanno le caratteristiche giuste per giostrare sulle corsie della folta mediana. I profili seguiti sono ormai noti: da Gibbs a Firpo, passando per Costa e Antonelli. Insomma, Petrachi è al lavoro per dare certezza alla fascia sinistra e anche Cairo lo ha confermato a margine dell’amichevole di mercoledì. Berenguer, ad oggi, non ha dato le giuste garanzie.


27 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Bischero
Bischero
3 anni fa

Servono 4 esterni e ora ne abbiamo 3.ansaldi é polivalente e desilvestri piace all allenatore e si sta creando una seconda carriera da fluidificante piaccia o no. È normale si cerchi un altro elemento. Berenguer non mi é spiaciuto. Dietro non é un gran che. Ma in avanti é rapido… Leggi il resto »

ale_maroon79
ale_maroon79
3 anni fa

A me contro la Chape è piaciuto, ma concordo con chi dice che è un attaccante, particolarmente bravo nello stretto. Un altro esterno sinistro comunque serve in modo fisiologico, indipendentemente dalla considerazione che ne ha Mazzarri.

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
3 anni fa
Reply to  ale_maroon79

Scusa. Senza polemiche. Bravo nello stretto che vuol dire nel caso di Berenguer? Che salta l’uomo? In 1 anno io mai visto. Non è nemmeno un attaccante, è un giocatore medio per una squadra di basso livello. Giriamolo al Napoli nell’affare Belotti, magari lo seguivano e Ancelotti lo sa usare.… Leggi il resto »

ale_maroon79
ale_maroon79
3 anni fa

Intendo che sa dialogare velocemente anche in spazi stretti e fornire palloni agli altri attaccanti, non intedo solo bravura nel dribbling. Poi non sarà un top player, ok, altrimenti alla sua età giocherebbe le finali di Champions anzichè stare da noi.

sterry
sterry
3 anni fa

Ha 23 anni, non ha mai fatto questo ruolo;
si puo aspettare un attimo prima di sparare a zero sempre su tutto e su tutti?

Mimashi
Mimashi
3 anni fa
Reply to  sterry

Scusami ma non è vero: ha giocato terzino sia a destra che a sinistra all’Osasuna in serie B in Spagna. Quando sono stati promossi lo Hanno spostato esterno alto, dove comunque ha fatto un gol eh…non 20. Ha 23 anni ma per ora ha dimostrato poco se non nulla. Tecnicamente… Leggi il resto »

Torino, Bremer convince: ma i test veri devono ancora arrivare

Ljajic, soluzione tattica cercasi: la panchina non fa per lui