Torino-Cagliari: Djidji,un'altra occasione sprecata per tornare titolare

Djidji: col Cagliari un’occasione sprecata

di Veronica Guariso - 28 Ottobre 2019

Koffi Djidji ha avuto l’ennesima occasione con il Cagliari, ma l’ha sprecata, offrendo una brutta prestazione e non convincendo né l’allenatore né i tifosi

Un’altra possibilità gettata al vento da Koffi Djidji. Per l’ivoriano è arrivata l’ennesima occasione da sfruttare al massimo contro il Cagliari, con Mazzarri che ha scelto di inserirlo titolare al posto di Lyanco. L’idea è nata probabilmente per permettere al brasiliano di riposare in vista di due match impegnativi a distanza ravvicinata: la sfida con la Lazio e il derby. Ancora una volta però Djidji non si è dimostrato all’altezza, commettendo diversi errori a partita in corso e venendo completamente oscurato da Nkoulou, più volte costretto ad intervenire anche nella sua area di reparto per le innumerevoli difficoltà riscontrate. Una prova insufficiente quella offerta contro i sardi, che esternato ulteriormente l’impossibilità di affidare il reparto difensivo all’ivoriano, in un periodo poco florido come l’intero Toro.

Djidji torna titolare ma non convince

Già ad inizio campionato Djidji aveva avuto più di una chance. L’esito non era stato dei migliori, lasciando Mazzarri dubbioso. Il tecnico aveva scelto di alternarlo agli altri giocatori a disposizione, con Nkoulou indisponibile per i noti motivi e Lyanco non al meglio.

Con i preliminari di Europa League passati tra mancate convocazioni e la panchina, l’ivoriano era riuscito a ritagliarsi uno spazio tutto suo, tornando in campo alla prima di campionato con il Sassuolo. Ha però avuto la piena titolarità solo contro Atalanta e Lecce, dove è stato inserito alla guida della difesa da centrale. Penalizzato anche dalla posizione fuori ruolo, non è riuscito a convincere del tutto Mazzarri, che nelle partite seguenti gli ha preferito il brasiliano.

L’ivoriano resta in basso nelle gerarchie di Mazzarri

Con il Cagliari, Djidji è finalmente tornato titolare, ma soprattutto nella sua posizione. I risultati sono rimasti però insoddisfacenti: tra l’errore sul gol di Nandez, che ha portato i rossoblu in vantaggio, e i diversi momenti di black out, è rimasto in basso nelle gerarchie di Mazzarri.

Il tecnico ha infatti scelto poi di sostituirlo al 59′ con Verdi, passando ad una difesa a 4, con Nkoulou che si è preso a carico la mole di lavoro da svolgere. Se l’anno scorso l’ex Nantes aveva riscosso un discreto successo, meritandosi la conferma, questo inizio di stagione ha invece esternato un’involuzione.

più nuovi più vecchi
Notificami
MondoToro
Utente
MondoToro

Mediocre. Uno di quei profili che le squadre salvezza comprano all’estero per risparmiare e non far vedere che pescano qualche sconosciuto in serie B. Nome esotico, rendimento inguardabile. Peccato che l’abbiamo pagato caro e salato.

Alberto Fava ( Gigi Marengo for President)
Utente
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President)

Credevo, speravo fosse meglio.
In effetti dimostra di essere un calciatore da seconda divisione.
Da vendere già a gennaio e di corsa.
Se qualcuno se lo piglia.

mas63simo
Utente
mas63simo

Questo secondo me ha delle foto compromettenti su Mazzarri altrimenti non motivo altrimenti la sua scelta soprattutto se le alternative sono Bonifazi o Lyanco.