Torino-Cagliari, i sardi creano di più ma il Toro è più cinico - Toro.it

Torino-Cagliari, i sardi creano di più ma il Toro è più cinico

di Giulia Abbate - 29 Ottobre 2017

I numeri di Torino-Cagliari / Le occasioni da gol sono in favore della squadra di Lopez ma il Toro ha siglato quasi il doppio delle reti

Torino-Cagliari è la sfida tra due formazioni alla caccia di tre punti vitali, anche se per motivi differenti. Da un lato una formazione, quella granata, che arriva da un mese di crisi profonda e che dovrà obbligatoriamente vincere per invertire la rotta, salvando così anche la panchina di Mihajlovic. Dall’altro, il Cagliari reduce dalla vittoria contro il Benevento e a caccia di un successo che gli permetta di staccare ulteriormente la zona pericolosa della classifica. Motivazioni differenti, dunque, ma un obiettivo comune: i tre punti. E sarà un confronto tra due squadre i cui numeri sembrano far presagire ad una partita, almeno per quanto riguarda le statistiche, sufficientemente equilibrata. Ad eccezione dei risultati e del numero di reti fatte, infatti, i numeri delle due formazioni sono piuttosto simili. Ma andiamo con ordine. Il Torino arriva da una serie negativa e da un totale di 3 vittorie, 3 sconfitte e 4 pareggi per un totale di 13 punti che valgono il 12° posto in classifica. Il Cagliari, invece, ha un bilancio di 7 sconfitte e soltanto 3 vittorie che costringo i sardi al 14° posto con soli 9 punti.

La differenza maggiore tra le due formazioni riguarda il numero di reti siglate: 14 per il Torino, soltanto 8 per il Cagliari. La formazione granata si è resa maggiormente pericolosa soprattutto negli ultimi 15 minuti del primo tempo e nello stesso parziale della ripresa, con 4 gol messi a segno in entrambi i frangenti. Per quanto riguarda la formazione di Lopez, invece, la maggior parte delle reti segnate in campionato riguardano soprattutto la ripresa, con 2 gol nel primo quarto d’ora del secondo tempo e altrettanti nell’ultimo quarto d’ora di gioco. Ma se la squadra granata risulta più prolifica di quella rossoblù, i problemi difensivi non sono invece molto differenti. Per quanto riguarda le reti incassate, infatti, la differenza è soltanto di una lunghezza. Il Toro ne ha infatti subite 17, la maggior parte nei minuti centrali sia del primo (4) sia del secondo tempo (5), mentre il Cagliari ne ha incassate 18 di cui 5 nei primi 15 minuti dal fischio di inizio e ben 8 nella mezz’ora a cavallo tra la fine della prima frazione di gioco e l’inizio della seconda. Complessivamente il Torino ha effettuato 111 tiri totali di cui 43 nello specchio della porta, creando 25 occasioni da rete. Numeri abbastanza simili a quelli del Cagliari che conta 112 tiri, di cui però soltanto 36 nello specchio, e 27 occasioni da rete. Un dato indicativo: nonostante infatti i sardi creino di più rispetto alla formazione di Mihajlovic, seppur non di molto, raccolgono decisamente meno del Toro che conta, come visto in precedenza, quasi il doppio delle reti siglate fin qui.

Non ci sono grandissime differenze nemmeno se si considerano i falli e i cartellini. I l Torino ha infatti commesso, in queste prime 10 partite di campionato, 150 falli subendone 160. Sono invece 20 i cartellini gialli collezionati dai giocatori di Mihajlovic che hanno incassato anche ben 2 espulsioni: quella di Baselli nel derby e quella di Barreca contro la Fiorentina. Per il Cagliari, invece, il numero di azioni fallose commesse ammonta a 172, contro le 134 subite per un totale di 22 ammonizioni e una sola espulsione.

 

20 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
thethaiman
thethaiman
3 anni fa

2 a 0 del Crotone sulla viola al 15esimo è tutto un programma! Ma come siamo messi?

Cup
Cup
3 anni fa

Vogliamo fare della statistica? Bene il Toro nelle ultime 5 gare (2 delle quali con Verona e Crotone…) ha fatto 2 punti, realizzato 4 reti e subite 12 risultando diciottesimi, migliori solo di Benevento e Spal e peggiori anche del Cagliari. Nello stesso periodo la Lazio a cui molti dicevano… Leggi il resto »

Prigioniero69
Prigioniero69
3 anni fa

Die granata..lo so..ma fino alla sosta rimane lui..