Il presidente del Torino Urbano Cairo, a margine della presentazione del Festival dello Sport di Trento, ha parlato delle seconde squadre

Quella di realizzare una squadra B del Torino è un’idea che Urbano Cairo ha nella testa già da tempo, un’idea che è ancora viva e che potrebbe diventare un qualcosa di più concreto nella prossima stagione. Il presidente granata è infatti ancora un grande sostenitore delle seconde squadre, tanto che a margine della presentazione del Festival dello Sport di Trento tenutasi quest’oggi, ha indicato proprio in esse una delle soluzioni per far uscire il calcio italiano dalla crisi nel quale è piombato. Dovremo cercar di dare più spazio ai nostri ragazzi, le seconde squadre potrebbero essere un modo per farlo” ha dichiarato Cairo, come riporta La Gazzetta dello Sport.

Cairo: “Far giocare più italiani? È una cosa che va fatta”

Il presidente granata ha poi indicato la propria ricetta per far tornare al massimo splendore il mondo del pallone italiano. “Il fatto di far giocare di più gli italiani è una cosa che si dice e che va fatta, poi è chiaro che tutto dipende dagli allenatori che hanno l’obiettivo di vincere le partite e ottenere i loro risultati, è tutto molto complicato e articolato” ha continuato Cairo. “Dobbiamo guardare come hanno fatto gli altri Paesi in cui le cose stanno andando meglio, tipo il Belgio e la Francia – ha poi spiegato il presidente del Torino – ci vorrebbero più centri di formazione e bisogna puntare sul miglioramento degli istruttori italiani, ovviamente si pensa agli allenatori delle prime squadre, ma forse oggi è importante pensare a chi allena i bambini a 14 anni, è lì che si formano i ragazzini”.

Cairo: “Il nostro calcio merita di fare cose migliori”

La rinascita del calcio italiana, secondo Cairo, passa anche attraverso un cambio ai vertici del mondo del pallone: “Non ho mai fatto nomi, ma il calcio italiano ha bisogno di innestare una marcia diversa. Io credo che certamente il calcio italiano abbia bisogno di una rinascita, di una progettualità a breve-medio periodo. Il nostro calcio merita di fare migliori cose di quanto fatto nell’ultimo anno. Ne abbiamo la possibilità. Se la Croazia con 4 milioni di abitanti arriva in una finale del Mondiale, noi dobbiamo porci obiettivi diversi”.

Cairo: “Berlusconi al Monza? Mi sembra un qualcosa di positivo”

Cairo ha poi commentato l’ormai imminente acquisto del Monza da parte di Silvio Berlusconi e di Adriano Galliani. “Mi sembra un qualcosa di positivo, c’è la possibilità con il Monza di fare un’impresa, per loro portare questo club in Serie A sarebbe un record molto bello: in bocca al lupo a entrambi”.

 


16 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
3 anni fa

Berlusconi ha fatto un grandissimo Milan, ha riempito una bacheca di trofei nazionali ed internazionali, ha vinto praticamente tutto. Da far invidia. Se davvero prenderà il Monza, beati loro ed i loro Tifosi, non ho dubbi. Cairo? Beh Cairo sta dimostrando di essere un fuoriclasse, come matador. Come ammazza i… Leggi il resto »

odix77
odix77
3 anni fa

spingete per avere un limite invalicabile di italiani in rosa nei 25….che ne so , 10-12?… in campo sarebbe esagerata come presa di posizione, ma in rosa direi fattibile…magari nel breve creerà problemi ma getterà le basi per prenderne i frutti fra 4-5-6 anni…….

ACT
ACT
3 anni fa

Comprano gli altri ma noi dobbiamo tenerci sempre te..ma quando ti levi dai coglio*i ?

Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
3 anni fa
Reply to  ACT

Buongiorno Fratello, mi associo alla tua richiesta al pres. 😂

Baselli-Soriano, niente ballottaggio: a Udine centrocampo inedito

Toro, ancora fuori Aina e Ansaldi. Differenziato anche per Lyanco