Il terzino del Torino, De Silvestri, lo aveva promesso: “Lavorerò anche in vacanza”. Dall’1 al 6 luglio sarà a Cagliari con un mental coach

La stagione, la sua prima al Torino, passata non è andata nel migliore dei modi. Lorenzo De Silvestri ha faticato a trovare continuità e, soprattutto, un rendimento all’altezza. Qualche infortunio, poi, aveva minato un percorso già irto di ostacoli, con Zappacosta che intanto cresceva sempre di più. “Ma quest’estate, prima del ritiro, lavorerò per farmi trovare pronto“, aveva dichiarato il giocatore, poco prima del termine della stagione. E ha tutte le intenzioni di mantenere la promessa. Dall’1 al 6 luglio, presso il centro sportivo del Cagliari, si terrà il primo pre-ritiro dedicato ai calciatori professionisti. Vi parteciperanno una dozzina di atleti (fra loro Lorenzo De Silvestri del Torino e Luca Bittante dell’Empoli) che verranno seguiti da alcuni specialisti che ne cureranno l’aspetto fisico, quello nutrizionale e, appunto, quello mentale.

L’idea è appunto quella di lavorare sulla testa, prima ancora che sul fisico. Con la mentalità giusta, secondo questa teoria, si può fare praticamente tutto. E lavorare con un mental coach può servire giusto a questo, a capire quale debba essere la strategia mentale corretta per affrontare ogni tipo di problematica. E non vede l’ora di iniziare proprio De Silvestri, che ai colleghi della Gazzetta dello Sport ha rilasciato qualche dichiarazione: “Abbinare la preparazione sia fisica che mentale è importante, ne sono sempre più convinto. Per questo voglio farmi trovare pronto sotto ogni punto di vista“.


17 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Andreas
Andreas(@andreas)
4 anni fa

Mah! Scherzi a parte, complimenti a tutti quelli che provano a fare qualcosa in più per migliorarsi. Certo che quest’anno ho faticato a vederti anche in panchina. Ma non è detto sia nuovamente così!

bill2
bill2(@bill2)
4 anni fa

Con un fisico come il suo, io picchierei tutti.

TheMaroonReflex (Vittore-Torino)
TheMaroonReflex (Vittore-Torino)(@themaroonreflex)
4 anni fa

Potrei averne uno anche io? Per superare psicologicamente e resistere senza grandi traumi tutte le angherie che senza soluzione di continuità ci vengono afflitte tutto l anno tutti gli anni… Perchè capisco i patimenti di un gobbo che vince sempre in italia e poi sempre perde la coppa ricchiuta appena… Leggi il resto »

Falque: “Al Toro sto bene, non ho più l’ossessione da top club”

Under 21: Barreca e Benassi sfidano la Spagna, in palio c’è la finale