I precedenti di Torino-Fiorentina / Bilancio positivo in casa per il Torino che ha ottenuto 38 vittorie, 18 pareggi e 12 sconfitte

Il Torino-Fiorentina di domani sarà sarà la sfida numero 138 in Serie A. Nelle precedenti, i granata hanno ottenuto 47 vittorie e 46 pareggi mentre i viola ne hanno portate a casa 44. Risultati che segnano un certo equilibrio tra le due formazioni che domani pomeriggio, forti anche del gemellaggio che le lega, scenderanno sul terreno del Grande Torino ancora una volta in ricordo di Capitan Astori. Dopo il giusto tributo al giocatore viola scomparso troppo presto, tuttavia, sarà il campo a dover parlare. Quel campo che lo scorso anno ha visto proprio il Torino  imporsi per 2-1 sulla Fiorentina grazie alle reti di Iago Falque e dell’ex capitano granata Benassi, ora proprio in forza alla formazione viola. Sul finale del match fu Babacar a riaprire i giochi ma la formazione di Sousa non riuscì ad agguantare il pareggio. Vittoria granata anche a stagione precedente: nel campionato 2015/2016, infatti, il Torino di Ventura strappò i tre punti in rimonta dopo il gol di Alonso andando a segno con Moretti, Quagliarella e Baselli. Un 3-1 che, alla seconda giornata di campionato, portava il Torino in testa alla classifica: non accadeva dalla stagione 1993-94.

Per risalire all’ultima vittoria della Fiorentina in casa del Toro, invece, bisogna tornare alla stagione 2008/2009 quando i viola, allenati da Prandelli, misero in campo un perentorio 1-4. Ad aprire le marcature, in quell’occasione, fu Mutu a cui seguirono la doppietta di Gilardino e la rete di Kuzmanovic. Il Torino, invece, riuscì a trovare la via della porta solo con Rosina che al 77’ trasformò il rigore del definitivo 1-4. Una sconfitta che decisamente non andò giù ai tifosi granata che, dopo aver abbandonato la curva Maratona dopo il 3° gol viola, organizzarono una pesante contestazione verso i giocatori, il tecnico De Biasi e la società proprio fuori lo stadio. Risultato pesante ma non il più netto, quello ottenuto dalla Fiorentina che, nella stagione 1958/59 si impose addirittura con un punteggio tennistico di 0-6 in casa di quello che all’ora era il Talmone Torino, allenato da Bertoloni. A segno, in quella partita, Lojacono, Montuori che siglò una personale doppietta così come Hamrin e, infine, Chiappella.

La vittoria più netta in casa Toro, invece, la ottenne, neanche a dirlo, il Grande Torino che alla 13ª giornata del campionato 1946/47 chiuse i giochi sul 7-2 finale. Dopo l’autorete di Magli che regala il momentaneo 1-0 ai granata, ci pensano prima Mazzola poi Ossola con una doppietta in appena 10 minuti di gioco, Grezar, Gabetto e Loik a completare l’ennesimo capolavoro degli Invincibili. Per i viola, invece, non furono sufficienti le due reti di Gregorin per restare in partita. Nel complesso, se tra granata e viola in Seria regna un sostanziale equilibrio di risultati, considerando solo i match in casa il Toro è decisamente in vantaggio: su 68 incontri disputati, infatti, i padroni di casa ne hanno vinti ben 38, con 18 pareggi e sole 12 sconfitte.


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
90ss
90ss
4 anni fa

Azzzz
Classico articolo porta sfiga…
Ma non aveva altro da scrivere …?
🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘

Il Filadelfia è senza presidente, il Toro senza il Robaldo: al Comune regna l’immobilismo

Moretti in campo per i bambini: da una sua idea il primo “Trofeo Ugi & Froma”