Troppi fuorigioco: il Torino deve migliorare nei meccanismi offensivi. Non manca la qualità, ma ora serve un salto in avanti

Il lavoro non manca, ma l’amalgama, ancora, non si vede. Non del tutto, per lo meno. I cambiamenti rispetto allo scorso anno ci sono stati, vero, ma il lavoro in continuità con la precedente stagione avrebbe dovuto portare a dei sostanziali miglioramenti nel rendimento della rosa. Miglioramenti in parte arrivati, in parte no. Ma è soprattutto sull’attacco che il Torino ha bisogno di lavorare parecchio: le potenzialità del reparto sono davvero notevoli, ma ancora manca quell’amalgama che potrebbe portare i ragazzi di Mihajlovic dall’essere dei potenziali campioni a campioni veri e propri.

La tecnica non manca. La tattica, ancora, è da rivedere. Così come la concentrazione. Non è infatti casuale il dato dei fuorigioco che riguarda il meccanismo della squadra granata: ben 24 volte, in 7 gare. È la squadra che in assoluto ha commesso più errori in fase offensiva, staccando Milan e Inter, a quota 22 e 20. Da un lato, il segnale è quasi positivo: il Toro non ha perso la sua mentalità offensiva, e ha infatti il sesto attacco di tutto il campionato. Ma dall’altro, la mancanza di meccanismi ben precisi porta a perdere numerose occasioni potenzialmente da gol, per errori banali nella fase offensiva. Errori da correggere, per diventare EuroToro. Potenzialmente già lo è, come i suoi giocatori. Ma sarà l’intesa di squadra a fare la differenza.


44 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
mas63simo
mas63simo (@mas63simo)
4 anni fa

Ma perchè si parla e analizza sempre l’attacco ,quando un problema enorme è in centro al campo ? Anche per gennaio invece di sentire voci su centrocampisti vari si parla di Zazza. Ma vogliamo fare di nuovo come l’anno scorso con Iturbe e Carlao di turno ? Secondo il mio… Leggi il resto »

orso granata
orso granata (@orso-granata)
4 anni fa

Ma a nessuno viene il sospetto che per coesistere i 4 davanti almeno tre devono snaturarsi non rendendo secondo le proprie possibilità. Infine far giocare gli esterni a piedi invertiti: va bene per una squadra che non riempie l’area o ha un centravanti non eccelso di testa. Se iago deve… Leggi il resto »

Alberto (Lovi)
Alberto (Lovi) (@lovi)
4 anni fa

Non c’è più risotto…

Torino, l’allenamento odierno: ancora fuori sette giocatori

Torino, De Silvestri: progressi importanti, recupero in vista