Il Gallo non ha raggiunto la doppia cifra nell’annata che potrebbe essere l’ultima in granata. Exploit come a Empoli e grandi difficoltà

Esordio dalla panchina per Belotti in questa stagione. Forse un’anticipazione delle difficoltà fisiche e tecniche che lo influenzeranno per le restati 37 uscite. Nei suoi 25 minuti disputatati contro l’Atalanta ha segnato il gol del pari quando mancavano dieci minuti da un finale beffardo, coincidente con la rete del k.o. messa a segno da Piccoli. A Firenze gioca gli interi novanta minuti, poi l’infortunio al perone che lo costringe ad assistere lontano dal rettangolo di gioco le gare dell’intero mese di settembre, fino al derby con la Juventus del 2 ottobre. Una volta ristabilitosi, con Napoli e Genoa gioca solo scampoli di partite. La forma non è delle migliori e fa spola tra la titolarità e gare a partita in corsa, anche perché Sanabria non garantirà lo stesso numero di gol, ma lavora discretamente al servizio dei compagni. Nel secondo tempo di Roma-Torino una nuova tegola per il Gallo. E’ costretto a lasciare anticipatamente il campo per poi scoprire l’esito degli esiti che raccontano di un infortunio al bicipite femorale che lo costringe a rimanere fuori due mesi.

Nel finale la tripletta con l’Empoli

Al rientro col Venezia gli viene inspiegabilmente annullato un gol, ma si rifà con gli interessi nelle due successive uscite con Juventus e Cagliari. E’ il momento in cui Belotti sembra risalire da torpore dettato dai problemi fisici e dall’instabilità contrattuale. Con Bologna, Inter e Genoa mancano però i suoi gol e Juric non smette di provocarlo, provando a suscitare orgoglio e voglia di rivalsa nel suo capitano. Con la Salernitana indovina il rigore che vale una vittoria esterna. Poi un nuovo infortunio, seguito dalla doppia panchina con Atalanta e Empoli.

Al Castellani Juric lo manda in campo per venti minuti e non delude. Segna addirittura una tripletta, frutto di due rigori trasformati e un gol su azione nel finale su assist di Brekalo. Gli ultimi gol di una stagione con più ombre che luci, fortemente influenzata da fattori esterni. Potrebbero infatti essere anche i timbri conclusivi della sua esperienza in maglia granata, finché non si saprà la sua decisione definitiva. In merito all’annata appena conclusa, il suo impatto è comunque stato positivo con 8 reti maturate in sole 16 gare disputate dal primo minuto.

Voto: 6.5

Andrea Belotti
Andrea Belotti
TAG:
Belotti home

ultimo aggiornamento: 12-06-2022


16 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
eugenio morosini
eugenio morosini
3 mesi fa

Nella circostanza specifica della ricca e importante offerta di rinnovo contrattuale proposta dalla Società granata l’atteggiamento dell’ “uomo” Belotti mi ha profondamente deluso. Dopo sette stagioni da autentico leader e grande Capitano il suo costante silenzio nel merito documenta in modo oggettivo che tale offerta economica è un semplice ripiego.… Leggi il resto »

rotor
rotor
3 mesi fa

Giocatore ormai logoro e in chiara parabola discendente,ma che se ne vada a giocare dove gli pare.

T9
T9
3 mesi fa

6,5 voto sbilenco.

Gatti, esordio in Nazionale: per il Toro è già un rimpianto?

Pobega lascia il ritiro dell’Italia: era l’ultimo granata tra gli Azzurri