Il Torino non è stato aiutato dalla fortuna, in questo campionato: granata terzi per pali colpiti in Serie A

Undicesimi nella classifica di Serie A i granata sono ad un punto morto della stagione, infatti la zona per accedere alle competizioni europee sembra troppo lontana, mentre la retrocessione sembra alquanto improbabile. La stagione è, fino ad ora, andata mediamente bene, soprattutto facendo il confronto con la scorsa. Oltretutto, come Juric ha detto più volte, spesso i granata hanno raccolto meno di quanto hanno creato, sia per colpa di mancanza di lucidità e cinismo, sia per un po’ di sfortuna. Infatti oltre a qualche parata straordinaria dei vari portieri i granata hanno colpito ben 15 legni, 3 dei quali sono stati colpiti in una sola partita: quella contro il Sassuolo, pareggiata dai neroverdi all’ultimo respiro. In questa particolare classifica i granata sono terzi preceduti solamente dal Napoli con 19 pali presi e dal Bologna che ne ha colpiti 17, chiudendo la top 5 troviamo la Roma con 14 legni colpiti e il Sassuolo fermo a quota 12.

Toro, quanti pali! E chissà come sarebbe cambiata la classifica

Una sfortuna nera che accompagna i giocatori di Juric fin dall’inizio della stagione senza mai lasciarli. Certamente le ragioni di alcune sconfitte non sono imputabili solamente alla sfortuna, ma anche a qualche disattenzione o leggerezza difensiva di troppo. Tuttavia è innegabile che con un pizzico di fortuna in più la posizione dei granata in classifica sarebbe ben diversa, e magari a questo punto dell’anno il Toro potrebbe ancora combattere per un posto tra le prime 6 e quindi giocarsi l’accesso ad una competizione europea.

Josip Brekalo
Josip Brekalo
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 27-03-2022


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
BiriLLo
BiriLLo
1 mese fa

Quando sento “pali” mi volto indietro e mi gira tutto.
Poi mi ripresento avanti e… Mi girano lo stesso. Chissà perché.
#difendiamocidaipalidietro.e’orachebasta

Kone: in A aveva poco spazio, a Crotone sta trovando continuità

Linetty, nostalgia della Samp? Ieri era a Bogliasco per salutare Giampaolo e la squadra